DAL 16 LUGLIO HBO TRASMETTERÀ LA SETTIMA E PENULTIMA STAGIONE DELLA SERIE TV PIÙ SEGUITA DELL’ULTIMO DECENNIO. INTANTO NUOVI TRAILER PREPARANO I FAN AL PEGGIO, FORSE

New York – Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato. Solo pochi giorni e, a dispetto delle temperature, l’inverno arriverà davvero. Ormai tutto è pronto, e i fan sono in trepidante attesa. Manca veramente pochissimo alla nuova stagione, precisamente la settima, della serie che ha cambiato per sempre la storia della televisione. Stiamo parlando di Game of Thrones, serie tv campionessa di ascolti e vincitrice di innumerevoli riconoscimenti, che la HBO trasmetterà a partire da domenica 16 luglio. Nel nostro Paese invece andrà in onda su Sky, seguendo le tempistiche della programmazione americana.

Ideata da David Benioff e D.B. Weiss, ma ispirata al capolavoro Cronache del ghiaccio e del fuoco dello scrittore George R.R. Martin (già sceneggiatore della versione televisiva per ben cinque stagioni), la serie sin dall’inizio è riuscita a creare una vera e propria comunità di appassionati che nel corso dell’anno non smettono di interrogarsi sui vari forum di riferimento in merito a ciò che il destino riserverà ai protagonisti, divisi tra i due continenti di Westeros ed Essos.

E cosa accadrà, allora, nella settima e penultima stagione della serie televisiva più seguita dell’ultimo decennio? Poco è dato sapere, e tutto come nella tradizione è affidato a ipotesi e congetture. Esattamente come quelle derivate dalla visione dei primi trailer, che sembrano preparare i fan al peggio. In pochi minuti, rivediamo Sansa Stark, Jon Snow, Cersei Lannister, Daenerys Targaryen e con loro i luoghi topici della serie, da Approdo del Re fino alla Barriera. E rivediamo anche campi di guerra e quelli che sembrano essere, senza dubbio, i veri nemici da sconfiggere: gli Estranei.

Non rimane, però, che attendere. È questione di giorni, o meglio di ore. Perché, nonostante l’arrivo dell’estate appunto, solo una cosa sembra contare per la fandom di Game of Thrones: il fatto che “Winter is coming”, o meglio “is here”.

Simona Cappuccio