Dossier

SPARI TRA LA FOLLA A STRASBURGO

A distanza di quasi due anni dall’attentato di Berlino, la follia omicida colpisce ancora. Questa volta il bersaglio è Strasburgo.

L’aria natalizia che avvolge le strade dei mercatini francesi viene improvvisamente travolta da un fuoco omicida. Seconda una prima ricostruzione, intorno alle ore 20.00, un uomo avrebbe iniziato a sparare tra la folla nella zona della Grand Rue. I visitatori sono immediatamente fuggiti e il centro città è stato bloccato dalle forze dell’ordine.

Fonti di polizia, ascoltate dal quotidiano locale L’Alsace, affermano che si tratti di un attentato. Il responsabile dell’attacco sarebbe un ventinovenne già noto alle forze dell’ordine che sarebbe dovuto essere arrestato proprio questa mattina ma l’operazione non è avvenuta in quanto l’uomo non era presente in casa.  Fu condannato a 2 anni di prigione proprio nel 2011 a causa di un aggressione con cocci di bottiglia.

In questo momento è incorso una vera e propria caccia all’uomo e non si esclude la possibilità della complicità di un secondo uomo.

Morti e feriti

Al momento il bilancio ufficiale parla di 4 morti e 11 feriti, di cui 7 in gravi condizioni. Tra i feriti è presente anche un italiano, un cronista radiofonico di Europhonica, emittente del network universitario, anche se al momento non si conoscono con precisione le sue condizioni di salute.

Il sindaco del Comune ha invitato i cittadini di rimanere in casa mentre la caccia al killer continua.

Francesca Interlandi 

Francesca Interlandi

Ha iniziato con KIM la sua carriera giornalistica. Un amore nato da piccola, dalla passione per la scrittura che le permetteva di esprimere quello che a parole non riusciva a comunicare. 24 anni, è laureata in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha collaborato come stagista in una redazione giornalistica, scrivendo di eventi, cinema e cucina; ma ciò che la affascina davvero sono le storie di fatti reali, meglio se poco conosciuti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button