Storie dal Mondo

Somalia, al Shabab attacca il quartier generale della polizia somala


I militanti del gruppo al-Shabaab hanno assaltato un edificio governativo che ospita i ministeri della sicurezza e degli interni, dopo che in precedenza due esplosioni hanno ferito 17 persone nel centro di Mogadiscio. La prima deflagrazione si è verificata vicino al palazzo presidenziale dove un attentatore suicida si è fatto esplodere, la seconda  nei pressi del ministero della sicurezza. Un rappresentante del gruppo islamista al-Shabaab ha rivendicato i due attentati. “Abbiamo preso d’assalto l’edificio che ospita il ministero della sicurezza, il ministero degli interni e la polizia”, ha detto Abdiasis Abu Musab, portavoce delle operazioni militari di al Shabaab.  Il funzionario della polizia, il maggiore Mohamed Hussein, ha dichiarato che la seconda esplosione è avvenuta con una bomba a distanza per permettere  ai terroristi  di assaltare l’edificio senza trovare ostacoli. Sono tre i terroristi che hanno fatto irruzione nell’edificio, lanciando bombe e aprendo il fuoco con fucili d’assalto. Nei momenti successivi alle esplosioni, vi è stato una via vai di ambulanze a  sirene spiegate . Dopo due ore di violenti scontri le forze di polizia sono riusciti a penetrare nell’edificio e porre fine all’assedio. Tra i feriti vi sono impiegati del ministero dell’Interno e agenti della sicurezza. Nel conflitto a fuoco con le forze di polizia, i tre terroristi sono stati uccisi. Al Shabaab vuole rovesciare il governo centrale della Somalia, appoggiato dall’Occidente, espellere l’AMISOM, la forza di mantenimento della pace imposta dall’Unione Africana e istituire un governo integralista islamico  che segua i principi della sharia.

Pierluigi Bussi

Pierluigi Bussi è giornalista dal 2003 e inviato in zone di guerra e all'estero. E’ stato, tre gli altri paesi in Afghanistan e Tunisia. Si è laureato in Relazioni Internazionali presso L’Università La Sapienza di Roma con approfondimenti sui conflitti nel Corno d’Africa e Medio Oriente. Da anni segue le sorti politiche e sociali afgane. Tra i vari ruoli ricoperti è stato capo redattore del mensile Europe Today, ha collaborato con i quotidiani Pubblico, Roma News, Il Mezzogiorno d’Italia, con approfondimenti in materia di politica estera. Ha scritto, inoltre, per Storia in Network. Attualmente collabora con La Stampa.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close