Galassia MediaMicro

RYAN MURPHY: TRA DIVE, LA MORTE DI VERSACE e LADY D.

DOPO LA SERIE OMAGGIO A DUE DIVE DEL CINEMA AMERICANO, RYAN MURPHY NE PREPARA UN’ALTRA SULLA MORTE DI GIANNI VERSACE E GIÀ SI PENSA A QUELLA SU LADY D.

New York – Dopo la serie antologica dedicata a Joan Crawford e Bette Davis (andata in onda da domenica 5 marzo negli Stati Uniti su FX), Ryan Murphy sta lavorando al secondo capitolo di American Crime Story, incentrato sulla vita e la morte, avvolta tuttora da innumerevoli dubbi, dello stilista italiano Gianni Versace. E a quanto pare già si pensa a un film per la televisione incentrato sulla vicenda di Lady Diana e del principe Carlo d’Inghilterra, che verrà probabilmente trasmesso nel corso del 2018. Se infatti il racconto del caso O. J. Simpson ha ottenuto un notevole successo di pubblico e critica, tanto da aggiudicarsi vari riconoscimenti nel corso degli Emmy Awards e dei più recenti Golden Globe, il creatore di American Horror Story è pronto a fare ritorno con il suo nuovo lavoro su Versace che – come da ormai lunga e consolidata tradizione dello sceneggiatore e produttore – annovera nel cast stelle hollywoodiane, e non solo.

Già nel più recente Feud, a vestire i panni della Crawford c’è stata Jessica Lange, mentre in quelli della Davis Susan Sarandon, affiancate peraltro da un gruppo corposo di interpreti, composto da Alfred Molina, Stanley Tucci, Catherine Zeta-Jones e Kathy Bates.

La mitica rivalità tra le due attrici americane dell’epoca d’oro di Hollywood – caratterizzata da episodi e battute indimenticabili – è peraltro raccontata dettagliatamente nella serie, partendo da ciò che accadde prima delle riprese di Che fine ha fatto Baby Jane? Per entrambe la pellicola, diretta da Robert Aldrich, rappresentò un’occasione di rilancio. Dunque quel set fu un vero e proprio ring, dove ebbe modo di palesarsi l’odio nutrito reciprocamente dalle due donne, alimentato da cause di natura professionale e da un amore in comune, a quanto pare: parliamo dell’attore Franchot Tone, che alla protagonista di Eva contro Eva preferì però quella de Il romanzo di Mildred. Il lungometraggio, a metà tra il thriller e l’horror, valse oltretutto a Bette Davis l’ennesima nomination per la migliore attrice protagonista con forte risentimento della collega, altrettanto straordinaria nell’interpretare l’eroina buona, sorella paraplegica di un’ex bambina prodigio del cinema, mentalmente instabile.

Tornando però per un attimo al prossimo Versace, previsto anch’esso per il 2018 su FX, come anticipato Murphy ha scelto di chiamare all’appello addirittura Ricky Martin che per l’occasione sarà Antonio D’Amico, storico compagno dello stilista, ucciso dinanzi alla sua villa di Miami Beach nel lontano 1997, da Andrew Cunanan. Al fianco della pop star infine Edgar Ramirez e Penelope Cruz, una giovane Donatella Versace.

 

Simona Cappuccio

Simona Cappuccio

Laureata in Italianistica, le sue grandi passioni sono la letteratura, il cinema, il teatro, la scrittura creativa. Ha collaborato per anni con magazine online di letteratura e critica cinematografica. Lavora inoltre come ufficio stampa nell'ambito formazione.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button