MicroPianeta Cultura

ROMA: MANO DI BIACCA SULLA SCRITTA STORICA

Il Comune si difende: «la rimozione è dovuta a un errore della ditta appaltatrice». Nel frattempo è bufera sui social.

«Il muro è la pubblicità che si sottrasse sempre alla censura» affermava Carlo Dossi nella n° 1766 delle sue Note Azzurre. Non a Roma, non nel 2019. È stata oggi coperta da una mano di pittura la scritta “Vota Garibaldi lista n°1”, preziosa testimonianza storica del nostro passato risalente al 1958.

I muri sono un infallibile barometro politico, quello del quartiere Garbatella passato sotto il pennello di un imbianchino impertinente ne è la testimonianza. La scritta era non a caso rossa: faceva riferimento alle elezioni italiane del 1948, quando il Partito Comunista Italiano e il Partito Socialista Italiano presentarono un’unica lista, il Fronte Democratico Popolare, avente come simbolo proprio Garibaldi. In nome quindi del decoro pubblico scompare sotto un’antiestetica toppa giallognola di vernice mal stesa un simbolo della nostra libertà di parola, dei primi sforzi di una repubblica neonata di garantire la nostra indipendenza di pensiero.

La reazione dei cittadini romani e del ben più vasto pubblico social non si è fatta aspettare. Nell’imbarazzo generale, il Campidoglio ha dato una repentina risposta appellandosi a un errore compiuto da esterni. Insomma, la scritta non andava cancellata e provvederanno a farla riapparire: «la rimozione è dovuta all’errore di un addetto della ditta appaltatrice del servizio per il decoro urbano del dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana: recatosi sul recatosi sul posto su richiesta della Polizia Locale per cancellare dei graffiti ingiuriosi, di propria iniziativa ha rimosso anche quella storica scritta. Il dipartimento interessato ha già avviato le procedure per ripristinarla mediante un appropriato restauro». Un affronto alla memoria dato dal caso, dall’ignoranza o dalla mancata valorizzazione di un reperto storico?

Serena Mauriello

 

Tags

Serena Mauriello

Dopo aver insegnato lettere nelle scuole superiori, Serena Mauriello è attualmente dottoranda in Italianistica presso l'Università la Sapienza di Roma. Suoi contributi sono stati pubblicati su importanti riviste specialistiche come Rivista di Studi Italiani o Bollettino di Studi di Italianistica. Ha partecipato attivamente a convegni e seminari sul Medioevo italiano. Nel ambito del giornalismo, scrive principalmente di cultura e società.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Close
Back to top button
Close
Close