Dossier

RIAPRE IL CINEMA IN ARABIA SAUDITA

Via il veto che per 35 anni ha bloccato le sale cinematografiche. Il Paese si apre ad una nuova realtà culturale ed economica

Manca ormai poco, tra meno di un mese in Arabia Saudita si potrà tornare di nuovo al cinema. Il regno, infatti, ha revocato un divieto imposto ben 35 anni fa, dando concedendo così  alla statunitense AMC Entretainment la licenza di gestire le sale cinematografiche.

Si tratta di un evento che segna una trasformazione significativa dell’Arabia Saudita. Nel corso degli anni, infatti, il Paese ha allentato le forti restrizioni e consentendo lo svolgimento di festival di film locali. 

Dietro ha questo cambiamento c’è il principe ereditario Mohammed bin Salman, che ha assunto l’incarico nel giugno 2017, mettendo così in discussione anche il rigoroso codice di abbigliamento per le donne, cercando di andare incontro ai desideri dei giovani che costituiscono la maggioranza della popolazione del Paese. Una politica meno aggressiva, dunque, che permette alla donne stesse di avere una vita indipendente.

E così nel febbraio scorso l’Autorità per l’intrattenimento generale ha annunciato il calendario di eventi 2018 che prevede oltre 5.000 diverse occasioni di intrattenimento, tra eventi dal vivo e incontri culturali pensati per attrarre le componenti della realtà saudita. Inoltre per la prima volta nella sua storia l’Arabia Saudita parteciperà al Festival di Cannes.

Nonostante ci siano molti religiosi sauditi che considerano tutto questo peccaminoso, proseguono le prove generali a Riad, con una proiezione a inviti in cui parteciperanno sia uomini che donne.

La scelta del film non è stata casuale: Black Panther, blockbuster americano, terzo film di supereroi più visto in assoluto, racconta la storia di T’Challa, che dopo la morte del padre, re di Wakanda, ritorna a casa, una nazione africana isolata dal mondo ma con uno straordinario potenziale tecnologico.

Francesca Interlandi

Francesca Interlandi

Ha iniziato con KIM la sua carriera giornalistica. Un amore nato da piccola, dalla passione per la scrittura che le permetteva di esprimere quello che a parole non riusciva a comunicare. 24 anni, è laureata in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha collaborato come stagista in una redazione giornalistica, scrivendo di eventi, cinema e cucina; ma ciò che la affascina davvero sono le storie di fatti reali, meglio se poco conosciuti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button