Questa rubrica è uno spazio dedicato ai giovani “Talenti” dell’istituto Vincenzo Pallotti che grazie all’alternanza scuola-lavoro stanno effettuando uno stage presso la nostra redazione. Qui saranno raccolti e pubblicati i loro articoli

Roma-Sanità di Ostia sempre più al collasso. Analizziamo il caso del X municipio e dunque  l’ospedale Grassi. Negli ultimi due mesi, la situazione della sala d’attesa del nosocomio di via Passeroni è diventata inaccettabile:  numero elevato di pazienti in cura, standard di privacy e condizioni igienico-sanitarie molto precarie. La carenza di personale sanitario nella struttura e la quantità di accessi per usufruire del servizio causano questa lunga e interminabile agonia. Oltre a questi  problemi, ovviamente non dovuti all’utenza,si aggiunge anche la mancanza di barelle. Quindi coloro che giungono alla struttura con un’ ambulanza sono costretti ad attendere sulla barella del mezzo di soccorso il posto letto che il presidio ospedaliero dovrebbe garantire.

 Alla moltitudine di pazienti che fanno un errato utilizzo del pronto soccorso (in molti casi può intervenire il medico di famiglia), si aggiunge l’emergenza delle ambulanze bloccate.

 

Tutto questo non fa altro che aggravare i tempi di intervento.

 

<<Si vive una situazione di enorme difficoltà>>, hanno dichiarato il consigliere comunale di FdI De Priamo e la portavoce del X, Picca.

 

Simone Pizziconi