MicroPianeta Cultura

PERCHÉ NEL 2018 NON VERRÀ ASSEGNATO IL NOBEL PER LA LETTERATURA

Al centro dello scandalo il fotografo Jean-Claude Arnault. L’Accademia di Svezia: «ridotta la fiducia del pubblico nell’istituzione»

Stoccolma – Nel 2018 l’Accademia di Svezia non assegnerà il premio Nobel per la letteratura, unica grande assente mentre arrivano i nomi dei vincitori delle altre sezioni. Era accaduto l’ultima volta in occasione delle guerre mondiali, eppure quest’anno uno scandalo troppo grande ha investito uno dei massimi simboli della cultura a livello mondiale. La decisione ruota attorno al fotografo franco-svedese Jean-Claude Arnault, accusato di stupro e condannato il 1 ottobre a due anni dal tribunale di Stoccolma.

Tutto ha avuto in inizio lo scorso novembre, quando si è diffusa la campagna #MeToo. A seguito delle dimissioni di molti membri dell’Accademia (sei i congedi), inclusa la moglie di Frostenson, la scrittrice e poetessa Katarina Frostenson, il 4 maggio un comunicato ha reso pubblica la scelta di rimandare l’assegnazione del Nobel al 2019. Nella breve nota firmata da Carl-Henrik Heldin si legge che la decisione è arrivata «alla luce della diminuita reputazione dell’Accademia e della ridotta fiducia del pubblico nell’istituzione» ed è stata presa in difesa della «credibilità sul lungo termine dell’istituzione».

A seguito dello scandalo dello scorso inverno, l’Accademia ha avviato indagine sul suo rapporto con Arnault. Sono stata tagliati i finanziamenti al centro culturale, Forum, da lui gestito a Stoccolma. Ad aggravare i rapporti con il fotografo anche la scoperta che più volte dal 1996 avrebbe fatto trapelare alcune importanti informazioni riservate riguardo la scelta dei vincitori del Nobel.

Serena Mauriello

 

 

Tags

Serena Mauriello

Dopo aver insegnato lettere nelle scuole superiori, Serena Mauriello è attualmente dottoranda in Italianistica presso l'Università la Sapienza di Roma. Suoi contributi sono stati pubblicati su importanti riviste specialistiche come Rivista di Studi Italiani o Bollettino di Studi di Italianistica. Ha partecipato attivamente a convegni e seminari sul Medioevo italiano. Nel ambito del giornalismo, scrive principalmente di cultura e società.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close