Graziano ha 28 anni e vive a Londra. E’ partito dalla provincia di Roma lasciando un posto fisso e tante certezze. La sua storia oggi è fatta di speranza nel domani e di tanti sogni realizzati.

Londra- Lui è Graziano e tecnicamente risiede in un piccolo paesino nella provincia di Roma. Diciamo tecnicamente perché il suo domicilio ormai è oltre mare da più di sei anni. Graziano, giovane e volenteroso italiano, ha deciso di trasferirsi a Londra. Ha ventotto anni e ha comprato quel biglietto aereo senza sapere un minimo d’inglese, e soprattutto sono partiti in un momento in cui in Italia non andava poi così male. Era il 2009 e  lui aveva il tanto agognato contratto a tempo indeterminato.

In molti gli hanno dato del pazzo, adesso l’azienda per cui lavorava ha fallito e lui alla fine sarebbe partito comunque. Adesso ricopre l’incarico di manager in un locale, ha imparato l’inglese (certo sempre maccheronico alla maniera italiana ma può andare) ed è realizzato con la sua fidanzata e il loro piccolo  cagnolino.

Graziano. La sua storia di giovane italiano all'estero

Graziano. La sua storia di giovane italiano all’estero

Certo mancano casa, la famiglia e le fettuccine…quelle sempre. A chi non mancherebbero? Londra non è la città delle meraviglie certo, ti devi guadagnare quello che hai ma sul campo lavorativo c’è qualcosa di sconosciuto al mondo del lavoro Italiano: la meritocrazia professionale.

Graziano non tornerebbe nel suo paese perché per noi giovani non vede futuro. Ama Londra perché è affascinante, organizzata, pulita e comoda. La odia perché è caotica, frenetica, piovosa, fredda e cara.

La storia di Graziano è la storia di tanti ragazzi italiani che vedono negli altri paesi d’Europa il loro domani. E, forse, è anche “solo” per questo che le loro “Storie” meritano di essere raccontate.

 

 

Giorgia Bartoli