Un momento straordinario che fa storia sul Territorio: la Presidente del Municipio Giuliana di Pillo, al Convegno nella Chiesa Ortodossa Ostiense, prega insieme a Ortodossi Cattolici Protestanti e pone una corona floreale sulla tomba dei 60 corpi rinvenuti negli scavi con accanto il mosaico della vite e il ‘pesce’ dei primi Cristiani

<<OSTIA, I CRISTIANI UNITI DOPO SECOLI:ESEMPIO PER TUTTI I CITTADINI DI COMUNITA’ ‘FRATERNA’>>

DOMANI SABATO 26 MAGGIO ‘preparando la strada’ a Papa Francesco ‘tra Ostia [3 Giungo] e Bari [7 Luglio]’:L’APPUNTAMENTO CON IL VESCOVO PAOLO LOJUDICE alle 8.30 a San Nicola,Via Passeroni-Ostia: tutta una cittadina in corteo per Ostia, sul Tevere,da Bari verso Roma nella memoria dell’eroe Cristiano Nicola di Myra.

 

 

Una corona di fiori deposta sopra la tomba dei circa 60 corpi rinvenuti negli scavi della nuova Chiesa Ortodossa Ostiense accanto ad un mosaico della Vite, simbolo di Unità in Cristo e al ‘pesce’ cristiano simbolo di resurrezione, di Vita Nuova, di ‘cammino’, di Via, percorso, che fa nuove tutte le cose’; questo il momento più alto di un incontro / convegno in Via Ostiense 1551 al quale ha voluto essere presente, pregare e consegnare personalmente i fiori, la Presidente del X Municipio di Roma GIULIANA DI PILLO.

 

Una giornata che fa storia sul Territorio. E domani il corteo/processione,che vedrà la benedizione del Mare da parte del VESCOVO PAOLO LOJUDICE e dell’Ortodosso PADRE GHEORHE MILITARU, inizierà con la celebrazione alle 8.30 presso San Nicola in Via Passeroni, Ostia.

 

La Presidente ha poi ricevuto da Padre Gheorghe Militaru –  affiancato da don ROBERTO VISIER Parroco di San Nicola di Bari , accompagnato da PADRE AGOSTINO UGBOMAH e dal Pastore MARIO BASILE apostolo della Chiesa Evangelical’icona antica della Santissima Trinità da apporre negli Uffici di Presidenza del X Municipio Romano a segno e memoria di questo ‘storica’ giornata. A seguito i saluti del Vescovo Paolo Lojudice a. Roma Sud e Ostia e del Priore della Basilica Pontificia di Bari Padre GIOVANNI DISTANTE

 

Ostia – ci spiega la Responsabile PRESIDENTE de ‘La Via Nicolaiana’ dott.ssa MONIA FRANCESCHINI – con la ‘Via Nicolaiana’ prepara la strada a PAPA FRANCESCO, appunto in Ostia , il 3 Giugno, e a Bari , il 7 Luglio. Sia nel primo evento, per Ostia e per Roma tutta, sia nel secondo, a livello addirittura mondiale, Papa Bergoglio, in Cristo, darà un messaggio senza precedenti di UNITA’; qui sul Territorio Unità tra le Chiese e la Cittadina, a Bari San Nicola sarà Unità tra Oriente e Occidente intercessore per la Pace e il Dialogo.

 

I Cristiani in Ostia che si riuniscono dopo secoli, ci esprime tra le parole la Presidente Giuliana di Pillo, sono perciò un esempio, per tutti i Cittadini, nel costruire una Comunità ‘fraterna’. L’esempio di cercare la rete tra le Parrocchie, non solo la propria canonica o i propri movimenti, andare verso l’incontro e l’ascolto, conoscere gli altri Cristiani, questo insegna a tutti che si può edificare una cittadina dal cuore delle persone, cercando e trovando il dialogo pacifico e non la polemica, le soluzioni concrete insieme a tutti e non i muri ideologici o le scelte contrarie e ostili per partito preso nelle logiche di potere.

 

Tutto questo è un antitodo contro il fondamentalismo e l’integralismo, vere malattie spirituali prima che a-sociali, ma non solo derive religiose, quanto anche del pensiero unico, dell’esclusività elittaria, della volontà di separazione, come il relativismo , del consumismo che trasforma le persone, i gruppi, l’aggregazione, le attività oggetti di consumo per i propri interessi e i propri ‘commerci’ trascurando invece relazioni profonde, valori e le scelte consapevoli fino a minare la Famiglia ostacolo ad un pensiero che vuole imporsi su ciascuno.

 

E invece verso una Famiglia di Famiglie può andare il Territorio Ostiense anche grazie all’esempio dell’eroe Cristiano NICOLA DI MYRA, al percorso della Via Nicolaiana sosteniamo questi principi che vogliono avvicinare tutte le realtà cittadine.

 

Don SALVATORE TANZILLO, Parroco Prefetto di Ostia, aveva detto in Conferenza Stampa al Campidoglio, come l’insegnamento straordianario di San Nicola, accoglienza, carità , dialogo, passassero attraverso un aneddoto particolare, come nel camminare spesso tra le strade , le città, gli abitanti fosse abituale per lui ‘guardarsi intorno’, fermarsi, incontrare il volto della gente. Questo possiamo recuperarlo in Ostia e per Ostia e il suo Territorio, iniziando dalla rete con le Chiese, i Centri di Culto, le Associazioni, i Comitati, i Quartieri.

 

Decine di attività per ‘guardarsi intorno’: Seminari avvenimenti sportivi (calcio, tennis, pallacanestro..) seminari per bambini e attività ludiche, mostre di pittura, tradizione e gastronomia russa, concerto e balli [CasalPalocco] , seminario sui Doni di San Nicola [Acilia], un evento ‘viviamo il parco’ presso la pista di pattinaggio del parco Straullu-Di Roma e caccia al tesoro [Casal Bernocchi] , visite guidate alla riserva naturale statale litorale romano, una mostra di pittura e un po’ di musica in spiaggia e cover con cantanti famosi [Idroscalo], pedalata storica e biodiversità del Tevere [Via della Macchiarella], tutto questo e molto altro per animare con i seguenti ‘strumenti’ il Territorio e con l’obiettivo di ‘incontrarsi’  e ‘guardarsi intorno’.

 

E domani SABATO 26 MAGGIO LA PROCESSIONE [ore 8.30 Santa Messa, ore 9.30 inzio corteo]: corteo a terra (in Ostia) e sul mare, dall’idroscalo a Ponte Marconi.

Storica processione, in rito ecumenico romano cattolico e ortodosso, che vede anche quest’anno la cittadina ostiense protagonista per un evento di grande importanza anche internazionale peraltro sancita in sede di Consiglio d’Europa nell’ambito degli itinerari culturali.

Roma come Tappa fondamentale del CAMMINO NICOLIANO , considerata la corposa presenza della testimonianza lasciata da San Nicola nei pressi della Chiesa di San Giuliano dei Fiamminghi , nella Capitale, oltre a quella della presente negli archivi della chiesa di San Nicola di Bari.

A Corollario della processione che ripercorre il cammino di San Nicola , svoltosi a Roma nel 1900 , sabato 26 Maggio, un corteo rievocativo arricchito da figuranti in costume, si snoderà lungo un percorso che vede coinvolte le chiese di San Nicola in Via Passeroni e Regina Pacis, , toccando il centro cittadino del lido per poi raggiungere la parte a ponente dove sorge il porto turistico di Roma, da dove si assisterà alla Benedizione del Mare [ore 13] dopo di ché il corteo salperà [ore 14] per raggiungere Ponte Marconi e nel centro della Capitale.

L’itinerario si concluderà [ore 19.30] con una solenne celebrazione presso San Nicola in Carcere con il Priore Aldo Sperolini e alla presenza di alti prelati e l’esposizione delle reliquie di San Nicola.