LA RYDER, ICONA DEL CINEMA ANNI NOVANTA, È TORNATA ALLA RIBALTA DOPO ANNI DI SUCCESSI E PROBLEMI GIUDIZIARI CON LA SERIE NETFLIX STRANGER THINGS, IN ONDA COL SECONDO CAPITOLO IL 27 OTTOBRE

Los Angeles – Le immagini di Winona Ryder, classe 1971 e una delle attrici simbolo del cinema statunitense degli anni ’90, intenta a rubare capi d’abbigliamento per un valore di più di 4 mila dollari e alcuni medicinali, all’interno di un grande magazzino di Beverly Hills fecero il giro del mondo. Il gesto della Ryder sconvolse la stampa e i fan, i quali dovettero pian piano abituarsi all’idea che per la star di Hollywood qualcosa era inevitabilmente cambiato. Da lì in poi, una sorta di precipitoso declino e l’allontanamento dalle scene, visti i problemi psichiatrici e il processo a cui l’attrice fu sottoposta, che culminò con una condanna a diversi anni di libertà vigilata e al pagamento di sostanziose multe.

Proprio lei, talento e bellezza fuori discussione, classico esempio di diva sulla via del tramonto e protagonista di pellicole indimenticabili (volendo ricordarle tutte, in un amarcord a ritroso nel tempo, la lista sarebbe interminabile; eppure come non pensare a Edward mani di forbice di Tim Burton, a Dracula di Francis Ford Coppola, all’Età dell’innocenza di Martin Scorsese e, infine, a Ragazze interrotte al fianco di una giovanissima Angelina Jolie?). Come nella migliore tradizione hollywoodiana, però, la ruota per l’acclamata Winona Ryder ha ripreso a girare.

Dopo alcuni cammei in pellicole come Il cigno nero, l’attrice è finalmente tornata alla ribalta con la serie Netflix, in cui molti hanno intravisto un riuscito omaggio al cinema di fantascienza anni ’80 e in particolare a quello di Steven Spielberg. In Stranger Things, serie tv recante la firma dei fratelli Duffer, la Ryder interpreta la madre di Will Byers, un ragazzino di dodici anni che scompare nel nulla in una cittadina dell’Indiana nel novembre del 1983. Attorno alla scomparsa di Will, dunque, ruotano tutti gli eventi della serie che tornerà su Netflix dal 27 ottobre, in concomitanza con Halloween 2017.

Per chi l’ha amata, per chi ha amato i suoi film, è davvero un piacere ritrovare Winona Ryder e pensare a come la vita sia strana appunto, persino per le celebrità all’apparenza intoccabili. Ciononostante tutto sembra essersi risolto per Winona, che rivedremo presto in Beetlejuice 2 nei panni di Lydia Deetz ovvero gli stessi che la resero famosa nell’omonima pellicola diretta da Tim Burton nel 1988.

Simona Cappuccio