In Viaggio con....Micro

MERRY CHRISTMAS

Luci, colori e spirito natalizio, tra mercatini e tradizioni in Harrogate, piccola cittadina al Nord dello Yorkshire in Inghilterra. Storia di una nostra giovane connazionale che vive all’estero.

Harrogate (UK)- E’ arrivato quel momento dell’anno che ci fa sorridere tanto e ci fa tornare alla mente ricordi e persone forse lontane: è arrivato Natale! L’anno scorso era il mio primo Natale all’estero, il lavoro mi impedì di andare dalla mia famiglia e quindi fu terribile. Ho trascorso il Natale in un pub con persone che non avevano alcuno spirito natalizio, ma quest’anno sarà tutto diverso anche se il lavoro ancora una volta  mi impedirà di volare a casa ed il 25 dicembre potrò solo telefonare per fare gli auguri e chiedere dei regali. Il motivo del positivo cambiamento è l’essermi trasferita ad Harrogate, una cittadina che a differenza del posto dove vivevo prima (Scarborough), non mi fa venir voglia di dormire fino all’anno nuovo.

Quando ho visitato Harrogate per la prima volta l’anno scorso, fu amore a prima vista e ho deciso di trasferirmi. Così quest’anno l’8 Dicembre nel mio appartamento, davanti alla mia grande finestra Vittoriana e vicino ad uno di quei vecchi camini c’era già un magnifico albero di Natale decorato d’argento e di rosso.

Ma partiamo dal principio: Harrogate è, a quanto pare, uno dei paesi più ricchi del nord dell’Inghilterra, ma anche proclamata nel 2013 la terza più romantica destinazione al mondo. E’ un paese con una fonte d’acqua tutta sua scoperta nel 1571, è un paese dove la Regina Vittoria ha lasciato il segno con case bellissime ed imponenti in perfetto stile Vittoriano che solo guardandole ti senti come Cenerentola quando arriva al gran ballo; ad incorniciare il tutto, una distesa di almeno 200 acri di paradiso per cani composto da verde prato e alti alberi, donati nel 1778 dal Ducato dei Lancaster alla popolazione, e dove sarà sempre impossibile costruire edifici.

Secondo me la bellezza di questa cittadina, è ancora più visibile e percepibile a Natale perché si illumina ovunque di diversi colori, decorazioni di Natale in tutti gli angoli delle strade e dal 1 dicembre gli abitanti iniziano ad andare in giro indossando i maglioni natalizi e rendendo così le strade meno noiose e molto più allegre. Lo spirito natalizio c’è, ed è presente anche in un bellissimo mercatino di Natale che attira famiglie da tutto il nord dell’Inghilterra pronti a trascorrere una giornata sulle giostre, oppure a gustare una cioccolata al Baileys, e perché no, un ottimo panino con carne di maiale, come da tradizione. Il mercatino si tiene nello storico quartiere di Montpellier al centro di Harrogate, dura quattro giorni ed è ricco di prodotti locali di alta qualità, giostre per bambini con intrattenimento musicale da artisti di strada locali. Quest’anno c’erano circa centonovanta bancarelle, la maggior parte di esse vendevano prodotti locali come formaggi dello Yorkshire, birre artigianali, ceste di vimini fatte a mano, ma anche  regali, e decorazioni natalizie rigorosamente fatte in casa, e molto altro per la gioia di  grandi e piccini. In questo mercatino era presente anche la grotta di Babbo Natale con vere renne pronte a farsi accarezzare, insomma una vera festa di gioia ed allegria tipica delle festività Natalizie.

Insieme a tutte queste tradizioni inglesi quest’anno, anche se lontana da casa, ho deciso di  portare con me anche le mie tradizioni, così oltre all’albero di cui vi ho parlato prima, nella mia casa c’è una stella di Natale rossa, che mia madre non ha mai fatto mancare in salotto, e sotto l’albero tutti i regali incartati e pronti per il grande giorno. Ho già deciso il menù per il pranzo di Natale, che sarà tutto all’italiana, con l’aggiunta di piccole cose della tradizione del Paese che mi ospita e la tovaglia rossa con i simboli tipici della festività dell’uomo con la pancia e la barba bianca è già sulla tavola.

Buon Natale e Buone tradizioni a tutti..

 

Livia Iraci

 

 

Tags

Livia Iraci

L’ultima dei romantici. Scrive da quando ne ha memoria, anche da piccola in classe appuntava tutto quello che capitava su un quaderno che doveva invece servire a fare esercizi matematici. Laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul linguaggio non verbale, ha collaborato con giornali Online ed è alla ricerca di se stessa e per farlo ha cominciato da Scarborough piccolo paese dell’ Inghilterra.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Close
Back to top button
Close
Close