L’affascinante fenomeno dello Spettro di Brocken, la spiegazione 

Lo scatto di Luca Ninni sta facendo il giro del web e in tantissimi si sono interrogati sulla natura di questo fenomeno. State tranquilli, non si è trattato di un evento paranormale oltre ogni immaginazione, ma semplicemente di un effetto ottico molto noto soprattutto per chi frequenta assiduamente l’alta montagna. E’ successo in Abruzzo e in pochissimi giorni (la foto risale al 21 Novembre) l’immagine ha fatto il giro del web.

Siamo infatti difronte al fenomeno conosciuto come “Spettro di Brocken”, un effetto ottico conosciuto anche con il nome di “gloria” che si realizza in presenza di determinate condizioni atmosferiche, generalmente a quote elevate. Il fenomeno viene causato dalla luce che viene riflessa verso la sua fonte da una nuvola di goccioline d’acqua di dimensioni per lo più uniformi, che genera un effetto illusorio di ingrandimento dell’ombra proiettata dall’osservatore (in questo caso dalla persona ceh ha scattato la foto). Si genera in particolar modo quando il sole è basso sulla superficie delle nuvole che circondano la montagna su cui si trova l’osservatore stesso.

Tutt’intorno compare un alone molto simile ad una corona luminescente, costituita da una serie di anelli colorati di dimensioni anch’essi variabili, a seconda delle condizioni atmosferiche. Ribadiamo che si tratta di un evento nemmeno particolarmente raro, ma che si verifica solo a quote elevate, quali appunti le splendide montagne dell’Abruzzo.

EMANUELE VALERI