Storie dall'Italia

Lite tra Chiara e Fedez. Il lato umano e spontaneo della Ferragni.

Cosa hai detto? Che mi vuoi vedere sul toro? Il toro meccanico?”, ha chiesto lui alla moglie, che ha replicato alle insistenze del marito in modo davvero infastidito. “Quel Samsung te lo infilo nel c..o!”, ha sbottato la Ferragni con lo sguardo umano e spontaneo di una chi non sopporta un momento di ironia, seguito poi da una fragorosa risata.

Fedez e Chiara non sono nuovi a questi siparietti ironici che fanno puntualmente il giro del web in cui lei mostra quel suo lato poco conosciuto a chi la segue assiduamente e affettuosamente.  Abituati a vederla nelle vesti di influencer elegante, sorridente ed ben educata ma anche Chiara Ferragni è umana ed ha un lato meno diplomatico ed elegante che appartiene a tutte le donne e che riesce sempre a strappare un sorriso perchè mostrato con estrema naturalezza ed ironia.

Una famiglia social anche quando si tratta di piccoli litigi, ed è proprio questo il punto forte dei Ferragnez; il modo in cui condividono sia le cose belle che meno belle in una Instagram story. Perchè se è vero che Chiara è l’influenzar per eccellenza, è anche vero che riesce a mostrarsi tale quando non è in posa.

Fedez ama divertirsi con la moglie e prenderla in giro e lo raccontano e vivono apertamente sui social mostrando gli aspetti meno conosciuti di Chiara Ferragni, compreso quello più scurrile emerso in quest’ultima storia di Instagram.

Sembrerebbe tutto superfluo e banale ma c’è del costruttivo nel mostrarsi per ciò che si è. Dare perennemente un’immagine perfetta di sé potrebbe fuorviare i giovani e generare disagi. È bello che persone che hanno un’ altissima visibilità e notorietà sui social si mostrino anche nelle imperfezioni quotidiane.

Maria Perillo

Maria Perillo è nata a Napoli il 07.12.1983. Graduato dell’Esercito Italiano, blogger, scrittrice e Life Coach. Appassionata di tecniche della comunicazione, attualmente studia presso una scuola di leadership e tecniche di comunicazione

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button