Dossier

LE RASA I CAPELLI PERCHE’ RIFIUTA IL VELO

Nonostante quella di oggi sia per antonomasia la giornata dell’ilarità e degli scherzi, la notizia che è saltata da una testata all’altra di ironico a ben poco.

Siamo a Bologna e la vicenda riguarda una ragazza quattordicenne originaria del Bangldesh a cui la madre ha rasato a zero i capelli perché rifiutava di portare il velo. Sembra che la madre le avesse prima tagliato una ciocca come avvertimento, poi successivamente al continuo rifiuto della ragazza, ha deciso di rasarle tutti i capelli a zero.

La ragazza confida quanto accaduto a scuola, dove le era stato chiesto il motivo di questo suo nuovo e drastico look. La quattordicenne, che frequenta con profitto la terza media, ha raccontato alle insegnanti delle discussioni avvenute in famiglia legate al fatto che appena fuori casa toglieva il velo.

Del caso si stanno occupando la procura ordinaria e la procura dei minori oltre che gli assistenti sociali. Al momenti i genitori sono stati denunciati per maltrattamenti anche se da quanto emerso pare che la ragazza non abbia mai subito maltrattamenti fisici ma psicologici. Nei prossimi giorni proseguiranno, comunque, accertamenti sia sul contesto familiare che sociale.

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Bologna sostenendo l’importanza di far capire ai genitori che decidono di portare i propri figli in Italia o in altri paesi, di educarli non soltanto sulla base delle proprie convinzioni religiose, “anche se questo – dichiara – mi sembra un classico esempio di quello che negli anni ’70 chiamavamo autoritarismo familiare”.

Nell’imposizione del velo, infatti, come dichiara Yassine Lafram, coordinatore della comunità islamica bolognese, non c’è nulla di religioso. Tutte le prescrizioni dell’islam prevedono una scelta volontaria dell’individuo, nessuno può imporle religiosamente.

Intanto la ragazza con le sue sorelle sono state allontanate da casa e accolte in una struttura protetta.

Francesca Interlandi

Francesca Interlandi

Ha iniziato con KIM la sua carriera giornalistica. Un amore nato da piccola, dalla passione per la scrittura che le permetteva di esprimere quello che a parole non riusciva a comunicare. 24 anni, è laureata in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha collaborato come stagista in una redazione giornalistica, scrivendo di eventi, cinema e cucina; ma ciò che la affascina davvero sono le storie di fatti reali, meglio se poco conosciuti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button