Gustatio

LE FRAPPE ALLA ROMANA

Le sfoglie croccanti di carnevale conservano usanze, folklore e tradizione. Ma quale è il segreto del sapore unico di quelle romane? Eccolo, nella nostra ricetta del mese.

Roma- Nel periodo di carnevale, la frappe, sono diventate una tradizione irrinunciabile. Un dolce leggero e croccante che piace soprattutto ai bambini e che devono essere croccanti e non morbide, come dicono alcuni. Di antichissima origine, per gli antichi romani erano le frictilia, le frappe hanno nomi diversi a seconda delle regioni italiane. A Roma le frappe hanno un sapore particolare dovuto alla preparazione.

INGREDIENTI

300 grammi di farina 00
50 grammi di zucchero
2 Uova medie
100 grammi di burro
½ bicchiere di vino bianco dei Castelli Romani
1 pizzico di sale
250 grammi di strutto, per friggere
Zucchero

 

Le Frappe alla Romana
Le Frappe alla Romana

PREPARAZIONE

Setacciate la farina su una tavola, poi, disponetela a fontana, ossia con un buco al centro. Nel mezzo della fontana aggiungete le uova, il sale, i 50 grammi di zucchero, il burro ammorbidito ed il vino bianco.  Amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto consistente, ma non troppo sodo e lasciatelo riposare, avvolto in un panno per circa 1 ora. Passata 1 ora, prendete l’impasto e tagliatelo in pezzi con un coltello, con un matterello stendete ogni singolo pezzo in sfoglie dello spessore di 2 o 3 millimetri e con una rotellina tagliatele a nastri o a rombi. Prendete una pentola di media grandezza e fate sciogliere lo strutto facendolo diventare ben caldo, poi iniziate a mettere le sfoglie, poche alla volta, nello strutto. Appena dorate, eliminate l’eccesso di grasso con della carta paglia. Servite cospargendo le frappe di zucchero semolato, non con zucchero a velo.

Stefano Campidelli

Tags

Stefano Campidelli

Dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, sviluppa il suo interesse per il mondo dell'editoria on-line. Divora riviste, giornali e tutto ciò che è attualità, inchiesta e approfondimento. Ama il collezionismo e i libri di genere storico o fantasy, come viaggiare su due binari paralleli. E' appassionato e cultore di vini e della buona gastronomia. Oltre che delle vere tradizioni popolari. Romane, soprattutto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close