Editoriali

L’ARTE DELLA GUERRA

Economisti, manager, sociologi, professionisti di qualsiasi tipo, di testi che possono tornare utili per imparare a portare avanti il proprio lavoro nel modo migliore, in effetti, ne hanno tanti. Tra elaborati di carattere scientifico o libri di “guru della relazionalità” che insegnino a vivere al meglio le relazioni lavorative e sociali, a gestire affari o a creare situazioni favorevoli al perseguimento dei propri obiettivi, ce ne sono per tutti i gusti. Al di là delle novità, che certamente non rappresentano in sé un qualcosa di negativo, ma anzi, molto spesso regalano nuovi punti di vista interessanti, è bene però portare sempre attenzione ai grandi classici della strategia. Due tra questi sono di sicuro da citare “L’Arte della Guerra” di Sun Tzu,  generale e filosofo cinese, vissuto probabilmente fra il VI e il V secolo a.C, e “Della Guerra” di Carl Von Clauserwitz,  generalescrittore e teorico militare prussiano vissuto a cavallo tra il 1700 ed il 1800.

Questi due testi sono probabilmente imprescindibili se si vuole sperare di poter implementare le proprie capacità strategiche in ogni ambito della vita. Nel campo dell’economia o in quello del marketing, nell’imparare a utilizzare al meglio i mezzi a propria disposizione o nell’imparare a tener testa ad un avversario ben preparato e con mezzi migliori dei propri, nell’imparare a gestire un team in qualità di leader o in qualità di sottoposto, questi sono solo alcuni degli insegnamenti donati dai due testi sopra citati. Se quindi si vuole dare una svolta al proprio modo di ragionare imparando nuovi modi per muoversi nei vari ambienti che la vita propone, portare sempre attenzione a questi due classici non è certo un male. E se questi classici non dovessero essere abbastanza, basterà ricercare un po’ per trovare molti altri importanti contributi, uno tra questi è certamente “Il Libro dei Cinque Anelli” di Miyamoto Musashi.

Federico Molfese

Tags

Federico Molfese

Laureato in Relazioni internazionali presso l’Università di Roma La Sapienza, ha approfondito i suoi studi seguendo un master in Mediazione interculturale e interreligiosa presso l’Accademia di Scienze Umane e Sociali di Roma. Appassionato di geopolitica e attento a temi quali diritti umani, dialogo nelle sue più svariate forme, fondamentalismi e metodi per la risoluzione dei conflitti, ha svolto diverse conferenze presso alcuni istituti scolastici di Roma. Attraverso un periodo di stage presso l’Onlus “InMigrazione”, nel campo dell’accoglienza dei migranti in territorio nazionale, ha potuto ulteriormente approfondire la sua conoscenza riguardo il rapporto che intercorre tra lo Stato italiano, l’Unione Europea ed il fenomeno migratorio. Per diletto si interessa allo studio delle religioni e della simbologia sacra, nonché all’insegnamento di diverse discipline marziali. Ama storie fantasy di autori come Tolkien, Michaele Ende, Jule Verne e Stevenson e nutre una grande passione per la scrittura.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Close
Back to top button
Close
Close