La Fontana luminosa “illumina” le notti degli aquilani

La Fontana Luminosa dell’Aquila è uno dei punti di ritrovo degli Aquilani. Ogni sera al calar del sole, quando il cielo si fa buio, la Fontana risplende e accende i colori della notte.

Costruita nel 1934 dallo scultore Nicola D’Antino è stata restaurata più volte, l’ultima in occasione del Terremoto del 2009 dove la fontana non subì , però, gravi danni. Tornata fruibile al pubblico nel dicembre del 2016.

La fontana è caratterizzata da due nudi femminili in bronzo sorreggenti la caratteristica conca abruzzese, posti su una vasca a pianta circolare, posta rialzata da gradini rispetto al livello della strada. È situata al centro di piazza Battaglione Alpini, all’ingresso di corso Vittorio Emanuele II e, quindi, del centro storico della città; la sua funzione di propileo è accentuato dagli edifici gemelli di Palazzo del Combattente e Palazzo Leone prospicienti la fontana.

Prende il nome dal suggestivo gioco di luci sull’acqua che si anima nelle ore notturne.

EMANUELE VALRI