Gustatio

LA PASTA ALLA CARBONARA

IL PIATTO PIU’ DISCUSSO AL MONDO A CUI SONO DEDICATE FESTE E….DISPUTE

Roma-

La pasta alla carbonara è il piatto italiano più conosciuto all’estero, la sua data di creazione, come il luogo di origine sono incerte.

La ricetta si basa su pochi e semplici ingredienti formaggio, uovo, guanciale, pepe ed ovviamente pasta, che devono essere tutti di qualità.

Lo scorso anno, una food blogger americana, pubblicò sul proprio canale di YOU TUBE, una propria reinterpretazione della carbonara dando origine al famoso “Carbonara-gate” dividendo l’opinione pubblica e gli addetti ai lavori in puristi ed innovatori.

La video ricetta ha ricevuto una valanga di critiche sia per gli ingredienti sia per la tecnica di preparazione ed è stato cancellata dal canale.

E’ uno dei piatti più discussi del mondo, sia per quanto riguarda gli ingredienti da usare, sia per la preparazione, è soggetto anche ad reinterpretazioni più o meno ardite da parte di famosi e titolati chef.

Heinz Beck, con i suoi ravioli alla carbonara ne ha fatto un piatto che è costantemente inserito nei suoi menù, Marco Sacco, ha creato la Carbonara au koque che ha avuto un notevole successo in estremo oriente.

Il 6 di Aprile di ogni anno per un’iniziativa da parte di I.P.O. (International Pasta Organizzation) e di AIDEPI (Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane) si celebra il “Carbonara Day”, in molti si chiedono come mai non sia un giorno di festa.

Nella preparazione del piatto bisogna seguire delle semplici regole, le quali hanno un notevole impatto sul risultato finale.

La prima di queste regole è che bisogna usare il guanciale e non la pancetta o il bacon, la seconda e che si devono utilizzare solo i tuorli d’uovo, la terza che si deve usare il pecorino e non il parmigiano, la quarta è che non si deve usare ne la panna ne l’aglio e la quinta ed ultima regola, non si deve mettere olio in nessuna parte del piatto.

Si possono usare molti tipi di pasta per questo piatto, i più utilizzati sono le mezze maniche, gli spaghetti ed i rigatoni.

INGREDIENTI

400 gr. Di pasta

200 gr di guanciale

50 gr di pecorino romano DOP

pepe q.b.

sale q.b.

Olio EVO (Extra Vergine di Oliva)

PREPARAZIONE

Tagliate il guanciale a strisce di un centimetro e mettetelo dentro una capiente padella a fuoco basso.

Lasciare che il guanciale diventi trasparente per la fuoriuscita del grasso al suo interno.

Mettete a lessare la pasta in acqua salata.

In una casseruola, mettete i tuorli, il pecorino, ed il pepe mescolando il tutto.

Quando la pasta sarà cotta al dente, scolateli e metteteli dentro la padella dove avete cotto il guanciale, aggiungendoci un cucchiaio di acqua di cottura, togliendo la padella dal fuoco per cominciare a mescolare.

Mettete sopra gli spaghetti, il composto con le uova ed il pecorino e cominciate ad amalgamare il tutto.

Vedrete che le uova cominceranno a riscaldarsi ed ad amalgamarsi con gli spaghetti.

Servite con un buon bicchiere di Est-Est.Est di Montefiascone.

 

Stefano Campidelli

Tags

Stefano Campidelli

Dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, sviluppa il suo interesse per il mondo dell'editoria on-line. Divora riviste, giornali e tutto ciò che è attualità, inchiesta e approfondimento. Ama il collezionismo e i libri di genere storico o fantasy, come viaggiare su due binari paralleli. E' appassionato e cultore di vini e della buona gastronomia. Oltre che delle vere tradizioni popolari. Romane, soprattutto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close