Storie dall'Italia

La bellezza riparte dalla Mostra del Cinema di Venezia

Il Festival è previsto dal 2 al 13 settembre e riapre la stagione dei grandi eventi dal vivo. A presiedere la giuria internazionale Cate Blanchett

Si tratta del primo grande appuntamento dopo l’emergenza Covid-19: la 77esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, organizzata dalla Biennale di Venezia, si rinnova in vista delle nuove disposizioni anti-contagio e presenta, per l’occasione, diverse novità.

La prima grande differenza rispetto agli anni precedenti è la maggiore diffusione delle proiezioni online sul territorio italiano grazie alla collaborazione con MYmovies.it e Repubblica.it all’indirizzo www.mymovies.it/biennalecinema/ e all’estero attraverso il Festival Scope (www.festivalscope.com)

Quest’anno la Mostra si svolgerà dal 2 al 13 settembre 2020 e, come sempre, sarà suddivisa in varie sezioni (Venezia 77, Fuori Concorso, Orizzonti, Biennale College – Cinema), a cui si aggiungono quelle autonome e parallele, ovvero la Settimana Internazionale della Critica e le Giornate degli Autori.

80 le pellicole in programma proposte in un carnet di oltre 130 proiezioni nella varie sale distribuite fra la città di Venezia e Mestre. 18 i film in concorso per il Leone d’Oro 2020, fra questi 4 italiani, due americani ma non targati Hollywood e una sola grande star attesissima: Frances McDormand, protagonista di Nomadland diretto dalla cino-americana Chloe Zhao.

Il film di apertura è Lacci di Daniele Luchetti, con Alba Rohrwacher e Luigi Lo Cascio. In chiusura invece Lasciami andare di Stefano Mordini, con Stefano Accorsi e Valeria Golino. Entrambi presentati come “Fuori concorso”. In questa sezione compaiono anche il documentario di Luca Guadagnino su Salvatore Ferragamo (Salvatore. Shoemaker of Dreams) e quello su Paolo Conte, in programma a Venezia per l’11 settembre. Sempre fra i “Fuori concorso” si segnalano The Luke di Roger Mitchell, il regista di Notting Hill, con Helen Mirren.

Nella sezione Orizzonti c’è invece l’esordio alla regia di Jasmine Trinca con il corto Being My Tom, con Alba Rohrwacher, e quello di Pietro Castellitto, figlio del noto regista Sergio Castellitto e della scrittrice Margaret Mazzantini, con I predatori. Da non perdere anche Nowhere Special di Uberto PasoliniMainstream di Gia Coppola, nipote del grande Farcis Ford Coppola, con Maya Hawke e Andrew Garfield.

Durante la manifestazione verranno consegnati alla regista giapponese Ann Hui e all’attrice britannica Tilda Swinton i due Leoni d’Oro alla carriera del 2020. A presiedere la giura internazionale sarà Cate Blanchett, mentre la madrina di quest’anno sarà Anna Foglietta.

Il Leone d’Oro verrà assegnato il 12 settembre dalla giuria durante la diretta. Di seguito, l’elenco completo dei film in concorso al Festival di quest’anno:

  • In Between Dying di H. Baydorov (Azerbajan)
  • Le sorelle Macaluso di Emma Dante, con Donatella Finocchiaro (Italia)
  • The World to Come di Mona Fastvold, con Katherine Waterston, Vanessa Kirby e Casey Affleck (USA)
  • Nuevo Orden di Michel Franco (Messico)
  • Amants di Nicole Garcia, con Pierre Niney e Stacey Martin (Francia)
  • Laila in Haifa di Amos Gitai (Israele)
  • And Tomorrow the Entire World di Julia von Heinz (Germania)
  • Cari compagni di A. Konchalovsky (Russia)
  • La moglie della spia di K. Kurosawa (Giappone)
  • I figli del sole di M. Majidi (Iran)
  • Pieces of a Woman di K. Mundruczo, con Shia LaBeouf e Vanessa Kirby (Canada)
  • Miss Marx di Susanna Nicchiarelli, con Romola Garai (Italia)
  • Padrenostro di Claudio Noce con Pierfrancesco Favino (Italia)
  • Notturno di Gianfranco Rosi (Italia)
  • Non cadrà più la neve di M. Szumowska e M. Englert (Polonia)
  • The Disciple di C. Tamhane (India)
  • Quo Vadis, Aida? di J Zbanic (Bosnia)
  • Nomadland di Chloe Zhao, con Frances McDormand (USA)

Come ogni anno il Festival del Cinema di Venezia rientra nella grande manifestazione de La Biennale, che si svolge all’interno dei Giardini e dell’Arsenale, anche se in assenza della Biennale Architettura, posticipata al 2021. Nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia, la Biennale ha confermato il proprio calendario di attività internazionali fino alla fine dell’anno: dal 2 al 13 settembre, appunto, la 77ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, diretta da Alberto Barbera, dal 14 al 25 settembre il 48esimo Festival Internazionale del Teatro, diretto da Antonio Latella, dal 25 settembre al 4 ottobre il 64esimo Festival Internazionale di Musica Contemporanea, diretto da Ivan Fedele, e dal 13 al 25 ottobre il 14esimo Festival di Danza Contemporanea, diretto da Marie Chouinard.

Alessandro Mancini

Direttore editoriale e fondatore di Artwave. Laureato in Letteratura e Linguistica italiana, appassionato di fotografia e di arte, inguaribile sognatore, ritardatario senza speranze. Cerco la bellezza nei dettagli.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button