Dossier

ISCHIA TREMA

Una scossa di magnitudo 3.6 provoca crolli e danni, generando panico sull’isola

Casamicciola Terme, comune di poco più di 8 mila abitanti nella parte settentrionale dell’isola, è la parte maggiormente lesa dalla scossa. Sei case sono crollate, una donna è morta dopo essere stata colpita dai calcinacci della chiesa di Santa Maria del Suffragio, il cadavere di una seconda donna è stato ritrovato sotto le macerie di un’abitazione.

Un disastro che ha visto, anche, un intero nucleo familiare imprigionato nella propria abitazione dopo il crollo. Sotto le macerie tre fratellini, Ciro il più grande, Mattias di 8 anni e Pasquale, un neonato di soli 7 mesi. Al momento della scossa la mamma, incinta di una bambina, si trova in bagno, l’unica parte rimasta illesa ed è infatti la prima ad essere tirata fuori. Alessandro Toscano, compagno della madre, che si trovava fuori è rimasto intrappolato sotto l’auto e verrà tirato fuori intorno alle 2.30 di notte.

A rimanere sotto le macerie per più tempo sono proprio i tre bambini. Solo alle 4 si riesce a tirare fuori il neonato di cui si sentiva il pianto; poco prima delle 11, poi, è il momento di Mattias, salvato dal fratello più grande che poco dopo la scossa lo ha tirato con sé sotto il letto, un gesto che sicuramente ha salvato la vita ad entrambi. Ciro nonostante la sua giovane età rimane lucido e agisce come un esperto soccorritore. Dopo aver messo in salvo il fratello, inizia ad aiutare i soccorritori a localizzarli, battendo con il manico di una scopa sulle macerie.

Dopo 16 ore, alle 13.10 tocca a lui ad essere estratto. Quando l’ultimo cumulo di pietre che gli impediva di muovere le gambe è stato estratto, i vigili hanno esultato e si sono abbracciati commossi. I bimbi sono disidratati anche se i soccorritori sono riusciti a passare loro un po’ di acqua, oltre a tenerli svegli.

Però per fortuna stanno bene; Pasquale riporta un’escoriazione alla fronte ma la Tac ha stabilito che non è nulla di grave; Mattias ha riportato solo lievi traumi e Ciro ha una frattura al piede che è stato ingessato. È po’ rammaricato perché per un po’ non potrà giocare a pallone.

Francesca Interlandi

Tags

Francesca Interlandi

Ha iniziato con KIM la sua carriera giornalistica. Un amore nato da piccola, dalla passione per la scrittura che le permetteva di esprimere quello che a parole non riusciva a comunicare. 24 anni, è laureata in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha collaborato come stagista in una redazione giornalistica, scrivendo di eventi, cinema e cucina; ma ciò che la affascina davvero sono le storie di fatti reali, meglio se poco conosciuti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close