Il lato umano edito da Sperling & Kupfer

Sette storie, sette persone diverse, cui hanno dato voci sette scrittrici italiane: Laura Bosio, Annarita Briganti, Maria Rosa Cutrufelli, Elena Loewenthal, Federica Manzon, Laura Pugno, Simona Vinci, che con le loro traduzioni hanno voluto omaggiare una delle più amate e raffinate autrici francesi.

Questo libro ha un solo filo conduttore: il momento in cui i protagonisti cercano di rompere la barriera che separa la loro vita dalla vita che vorrebbero, la realtà dai loro desideri e dai loro sogni. Mai come in queste storie Anna Gavalda è riuscita a scrivere con “l’inchiostro empatico” che da sempre la caratterizza, accompagnandoci per mano dentro le emozioni che racconta.

Sono storie di uomini e donne qualunque che si spogliano per un momento della corazza quotidiana e si scoprono veri: un po’ matti, divertenti, teneri, allegri, tristi, generosi. Ci sono donne che si innamorano ogni mattina e donne che restituiscono un senso alla propria vita. Uomini leali che non vorrebbero mai lasciar andare un amico e altri che non si sono resi conto di averlo fatto tanto tempo fa. Ragazze annoiate sorprese da incontri inaspettati, e padri che scoprono il meglio dei loro figli.

Anna Gavalda è nata nel 1970 a Parigi, è laureata in Lettere moderne. Madre di due figli, vive in campagna nei dintorni della capitale. Approdata alla scrittura giovanissima con la raccolta di racconti Vorrei che da qualche parte ci fosse qualcuno ad aspettarmi, che diventa subito un bestseller, seguito dai romanzi Io l’amavoInsieme, e bastaL’età dei sogniIl regalo di un giornoIl mio piccolo principe e La vita in meglio, tutti grandi successi internazionali pubblicati in Italia da Frassinelli. Tra i recenti meriti letterari di Anna Gavalda va annoverata anche la riscoperta di Stoner di Williams, che lei ha tradotto in francese (prima traduzione in Europa).