Il codice dei cavalieri di Cristo è stato definito: «Un romanzo ricco di colpi di scena che tengono incollato il lettore verso un finale dove tutto si incastra alla perfezione». L’autore de La congiura dei monaci maledetti torna a sorprendere con un libro in uscita in questi giorni, edito dalla Newton Compton Editori.

Tre cadaveri con strane incisioni sul petto
Simboli che rimandano a riti esoterici
I discendenti di un antico ordine sono tornati…

 

Palermo. Julien Brunner, docente di Geoscienze all’università di Losanna, mentre fa ricerche sul monte Pellegrino, s’imbatte in un cadavere sul cui petto sono stati incisi degli strani segni. Il passaporto di Brunner è in regola, ma a quanto pare Julien Brunner è morto la notte prima a Losanna.

E il Brunner di Palermo sparisce nel nulla. Il giorno seguente, in una delle spiagge di Cefalù, vengono trovati i corpi di un uomo e una donna, vestiti con lunghe tuniche viola. Sul petto hanno segni simili a quelli della precedente vittima.

Un rompicapo per il vicequestore Giovanni Barraco, capo della Squadra Mobile di Palermo, che ben presto si rende conto di essere alle prese con un intreccio che stritola chiunque tenti di capire.Gli omicidi sembrano infatti avere a che fare con dei numeri dettati da un sacerdote egiziano all’esoterista
inglese Aleister Crowley, il fondatore dell’abbazia di Thélema, a Cefalù.

Mentre Barraco brancola nel buio, alcuni indizi lo spingono a raggiungere Lisbona, dove Crowley ha vissuto. E dove si imbatte nei discendenti dei Cavalieri di Cristo, l’Ordine creato da re Dionigi I dopo la soppressione dell’Ordine dei Templari…

Elisabetta Valeri