AmarcordMicro

IL CALCIO NOSTALGICO DEGLI ANNI’90

Dai gol di Dario Hubner al famoso “Trenino” di Igor Protti. A Milano scende in campo il calcio degli anni’90 grazie a una pagina facebook che sta diventando virale.

Milano- L’ultimo gol di Roby Baggio. L’abbraccio con Beppe Signori ai mondiali americani del ’94. La partita da cardiopalma contro la Nigeria e con l’arbitro Brizio Carter, precursore di quel Byron Moreno che ci cacciò dalla Corea. Le domeniche cantate da Toto Cutugno chiusi in casa a sentire la partita «con la schedina tra le dita» e i risultati che scorrevano in sovraimpressione. Quando il calcio si ascoltava alla radio con la voce di Nando Martellini e Sandro Ciotti. Quando del gol te ne accorgevi dal boato che esplodeva dai palazzi accanto e per vederlo dovevi aspettare Paolo Valenti e il suo 90° Minuto. Il clima nostalgico del pallone delle “vecchie glorie” rivive ogni giorno su facebook e oggi sfilerà per le strade di Milano.

Tutto merito della pagina Serie A- Operazione Nostalgia che ha organizzato l’appuntamento alle 18 in piazza San Babila. Parola d’ordine: vintage. Ognuno dovrà portare la propria maglietta del suo idolo. Si quella del poster attaccata nell’armadio. Ecco, allora che spunta la foto di Totti con la maglia della Nazionale indossata da “brillante esordiente azzurro”. Un viaggio sull’onda della memoria che ripercorre le imprese dei calciatori degli anni ’90 e dei primi del 2000. Tanti campioni. C’era Crespo alla Lazio, Sheva al Milan, Batistuta alla Roma, Vieri all’Inter, Chiesa alla Fiorentina, Trezeguet alla Juventus. Nel primo raduno del calcio nostalgico non possono mancare i protagonisti indiscussi di quelle stagioni che hanno fatto storia. Saranno ospiti dell’evento il bomber Dario Hubner, che arriverà direttamente in metro, e Igor Protti che si porterà con sé l’esultanza post-gol del famoso “Trenino”. Ricordate Moriero che lustrava le scarpe a Ronaldo? E le mille scorribande di Paul Gascoigne? Di certo non sfuggono agli oltre 120 mila utenti della pagina creata da Andrea Bini. Ogni foto è un ricordo. Ogni ricordo è un’emozione. Gli anni ’90 delle Notti Magiche qui rivivono nelle reti del principe Giannini e di Totò Schillaci. La voce di Bruno Pizzul scandisce la storia sportiva che si intreccia con quella personale di questi trentenni.

“La mia missione è far conoscere a tutti i ragazzini di oggi quanta è stata fortunata la nostra generazione  –  spiega Bini  –  e che il calcio non è uno sport fatto solo di veline, creste e tatuaggi. Voglio ricordare ai miei coetanei il perché ci siamo innamorati follemente di questo sport”. Ragazzi di ieri che sono pronti a sfilare per le vie di Milano, tornando adolescenti per poche ore. Una generazione che, tra lavoro e contratti, quasi sembra rimasta al palo. E non è quello baciato da Pagliuca contro il Brasile a Pasadena.

Emanuele Cheloni

Tags

Emanuele Cheloni

È laureato in Scienze Religiose, Summa cum Laude probatus, presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, con una tesi su "L' umanesimo di Gesù: universalità ed universalismo". È impegnato a Roma con la Società San Vincenzo de' Paoli, nell'ascolto e aiuto delle difficoltà e povertà urbane. È professore di Religione.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close