Il TalentoMicro

IL BOMBER E LA PASSIONE

Storia di Luca Toni, calciatore che da decenni è ancora sulla cresta dell’onda. Dal momento magico di Germania 2006 all’ultima stagione in Seria A dove con l’Hellas Verona ha vinto a 38 anni la classifica marcatori.

Roma- Magari Luca Toni con quel gesto d’esultanza portandosi la mano a rotella vicino all’orecchio vuol far capire di amplificare il volume di qualche pezzo cult. Mi  viene in mente una canzone di Ligabue “Tra palco e realtà”, la trovo azzecatissima per uno come lui. Il palco è il campo da gioco dove Toni ancor oggi si diverte a segnare, la realtà è che a 38 primavere vince la classifica cannoniere di serie A, anche se ex aequo con Icardi, più giovane di lui di 16 anni, superando il record di cannoniere più anziano che fino a pochi giorni fa deteneva Dario Hubner, anch’egli bomber in una squadra diciamo di seconda fascia, l’Udinese, come l’Hellas Verona di Toni.

Proprio guardando la classifica marcatori, pensavo quando anni a dietro giocavamo tutti al fantacalcio e per un attimo ritorno con la mente alle aste con gli amici: “io prendo Totti”, “io voglio Del Piero”,  “prenderò Trezeguet”, “punto tutto su Sheva”;  “ma chi e’ meglio di Crespo?” “Mi accontento di Inzaghi”. “Se potessi prenderei Ronaldo” e così via. In questo gioco di remake ho notato che di questo calcio di qualche decennio fa, un nome che compare a fianco dell’intramontabile Totti è proprio quello di Toni, ancora lì sulla cresta dell’onda.

Ma Toni è uno che ha sempre lottato. Ha vestito diverse casacche: dagli inizi duri al Modena , per passare poi al Brescia e al Vicenza, ritagliandosi pian piano diversi estimatori fino ad arrivare al Palermo dove nasce il primo vero grande Toni. In due anni, Luca passa in viola alla Fiorentina, dove esplode. Toni è quello del mondiale vinto in Germania nel 2006 ed è quello che proprio in Germania emigra per approdare in una grande potenza come il Bayern Monaco, dove conquista ammiratori e mette in riga i tedeschi, nostri veri antagonisti calcistici e non solo che spesso lo punzecchiano sullo stile italiano, sempre poco apprezzato da quelle parti. E’ lo stesso Toni che vince la Scarpa d’Oro e quello che ritorna in patria prima nella Roma, poi nel Genoa e infine nella Juve (dove per altro vince lo scudetto, ndr). Sempre però col peso di squadre che lo danno per finito e gli garantiscono soltanto una manciata di minuti. Toni non è mai stufo del calcio anche se attraversa momenti di vita privata difficilissimi, come la perdita del suo primogenito alla nascita. Toni accetta ugualmente di giocare di nuovo lontano e non per soldi ma per passione. Poi un giorno chiama la Viola e lui – dopo la parentesi araba nel Al Nasr- ritorna: non può dire di no al primo vero amore, ma la durata è breve: le belle prestazioni non convincono Della Valle e mister Montella e salta anche il posto da titolare a Luca. Così la società gli offre una poltrona da dirigente che Toni rimanda al mittente ringraziando. Lui si sente ancora bomber e proprio da qui nasce l’amore per l’Hellas Verona: in due stagione 42 gol in campionato. Non sono pochi e chissà se il prossimo anno lo troveremo ancora a duellare con Totti. Di certo, c’è che il prossimo 30 giugno scade il contratto che lo lega al Verona. Indiscrezioni parlano di una sua nuova avventura magari nel Carpi neopromosso per continuare la sua bella favola da bomber. Magari Ligabue, da buon romagnolo gli dedicherà anche un pezzo. “Una vita da Campione”, si. Ma fatta d’amore per il gol senza fine, senza età e senza contratti folli.

 

Michele Belsito

Tags

Michele Belsito

Internauta con la passione dello sport. La sua cultura calcistica spazia dalla serie A ai campionati di promozione. Non perde un match in ambito europeo: segue Bundesliga, Premier League e Liga. Tanti idoli e un solo amore, quello per la sua squadra. Ma guai a svelare il nome... Scrive poesie e si definisce "l'ultimo dei Romantici".

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close