Non casta, non pia talvolta, sebbene devota e superstiziosa, apparirà la materia e la forma: ma il popolo è questo……. e noi di KIM ve lo spieghiamo.

Roma- Di tanto in tanto, per le vie di Roma, si sente dire:

“E’ MEJO AVE’ UN MORTO DENTRO CASA CHE UN MARCHICIANO FORI LA PORTA”

Questo proverbio romano, sta a significare che non ci si deve fidare della gente nativa della regione delle Marche.

Questo detto ebbe origine, quando dal 1585 al 1590, sedette sul soglio di Pietro Papa Sisto V, al secolo Felice Pedretti, il quale, era appunto originario delle Marche

Papa Sisto V, era un Papa con una personalità molto forte e non ebbe rapporti idilliaci con la municipalità, per due motivi fondamentali.

Il primo perché a Roma, la delinquenza aveva raggiunto livelli intollerabili, e bisognava porvi freno, sia per la sicurezza in senso stretto, sia perché stando in piena Controriforma, i luterani, prendevano Roma come città peccaminosa e corrotta e ne facevano un tutt’uno con la Chiesa Romana.

Il secondo motivo era legato alla pesante tassazione che il Papa imponeva per abbellire Roma e, non fidandosi degli esattori locali, chiamava i suoi concittadini marchigiani nello svolgere tale compito.

Stefano Campidelli