Galassia MediaMicro

I ’70 SECONDO SCORSESE

ARRIVA IN ITALIA SU SKY ATLANTIC LA SERIE EVENTO IDEATA E PRODOTTA DAL REGISTA AMERICANO E DA MICK JAGGER, CON UNA SCENEGGIATURA FIRMATA TERENCE WINTER

New York – L’attesa è ormai finita. Dal 14 febbraio la HBO (e Sky Atlantic, in contemporanea con gli Usa, nella notte tra il 14 e il 15 febbraio) ha iniziato a trasmettere la serie evento creata da Martin Scorsese, Mick Jagger, Rich Cohen e Terence Winter. Incentrata sulle vicende di Richie Finestra, fondatore e presidente di un’etichetta musicale ormai in crisi, l’American Century Records, la serie televisiva racconterà nel corso della sua prima stagione, perciò in dieci episodi, la definitiva consacrazione del rock, e l’ascesa del punk, nella New York degli anni Settanta.

Protagonista di Vinyl è l’attore Bobby Cannavale, visto in Blue Jasmine di Woody Allen e, soprattutto, in quel piccolo gioiello di scrittura, regia ed interpretazione, sempre targato HBO, che è stato Boardwalk Empire (se qualcuno non l’avesse ancora visto è obbligato a rimediare quanto prima). Come la nuova serie sul mondo della musica e dei suoi affascinanti protagonisti, quella ambientata durante l’epoca del Proibizionismo ad Atlantic City, conclusasi nel 2014, fu prodotta dal regista italoamericano e scritta dallo sceneggiatore di The Wolf of Wall Street, vedendo Cannavale nei panni dello spietato malavitoso Gyp Rosetti, ruolo che gli valse un meritatissimo Emmy nel 2013.

Vinyl insomma è un progetto molto atteso, nato vent’anni fa come hanno dichiarato alla stampa in più occasioni tanto Scorsese quanto il front-man dei Rolling Stones, sul quale molti hanno riposto le loro speranze: su tutte, la possibilità di assistere finalmente a un nuovo cult dopo la fine di capolavori come Mad Men e Breaking Bad. E si tratta sicuramente di un progetto che, inoltre, consentirà un ennesimo e necessario ricordo di David Bowie, scomparso dopo una lunga malattia nel gennaio di quest’anno, interpretato nella serie dall’attore Noah Bean.

Simona Cappuccio

 

Simona Cappuccio

Laureata in Italianistica, le sue grandi passioni sono la letteratura, il cinema, il teatro, la scrittura creativa. Ha collaborato per anni con magazine online di letteratura e critica cinematografica. Lavora inoltre come ufficio stampa nell'ambito formazione.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button