Ante-LitteramMicro

GRATIS? NO, GRAZIE

CAMBISE PERSONAGGIO STORICO RACCONTATO DA ERODOTO LASCIAVA TUTTI SENZA PAROLE. OGNI MESE, VI RACCONTERERMO DI CHI CON AZIONI E PAROLE CI LASCIA DAVVERO DI STUCCO!

 

Roma- Questo mese tocca a ANGELINO ALFANO. L’incredibile bando del ministero: serve un giornalista professionista che si occupi di immigrazione. Sarà selezionato attraverso una selezione a evidenza pubblica, ma – sorpresa – il ministero non vuole pagarlo: deve lavorare un anno a titolo completamente gratuito.

Per chi fa questo lavoro, dove precarietà e sfruttamento (consenziente, per carità) sono all’ordine del giorno è l’ennesimo calcio in faccia oltre a far passare un messaggio sbagliato. E’ l’ennesimo calcio in faccia a chi le notizie le cerca per strada tutti i giorni e rimane in attesa di “si” per un intero pomeriggio. E’ l’ennesimo calcio in faccia a chi ha un contratto co.co.co e guadagna si e no 200 euro al mese. A chi non ha ferie e  non può permettersi nemmeno un giorno di malattia. A chi deve subire stress di orari, spostamenti e dove la parola “grazie” o “bravo” non si sente quasi mai.

Finchè si tratta di rapporti di lavoro tra privati, ognuno compie le proprie scelte ma che lo Stato ufficializzi tutto questo è l’ennesima presa in giro per tutti noi.

Emanuele Cheloni

 

Tags

Emanuele Cheloni

È laureato in Scienze Religiose, Summa cum Laude probatus e menzione accademica, presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, con una tesi su "L' umanesimo di Gesù: universalità ed universalismo". È giornalista iscritto all'Ordine Nazionale ed è impegnato a Roma con la Società San Vincenzo de' Paoli, nell'ascolto e aiuto delle difficoltà e povertà urbane. È professore di Religione.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close