Storie dall'Italia

Giochi di ruolo: in arrivo due nuove espansioni per Lex Arcana

In "Dacia e Tracia" e "Italia" si racconterà che l'Impero Romano non è mai caduto. I giocatori, armati di carta e penna, impersoneranno dei Custodes

La storia ci insegna che nell’anno 476 d.C., nel 1229 ab Urbe condita, la deposizione dell’ultimo Imperatore d’Occidente, Romolo Augusto, sancisce la caduta dell’Impero Romano. Ma nel mondo di Lex Arcana, il gioco di ruolo inventato da Leo Colovini, Dario de Toffoli, Marco Maggi e Francesco Nepitello, l’Impero Romano, grazie alla divinazione, alle arti magiche e alla retta guida dell’Imperatore Lucio Severo Teodomiro Augusto, è più florido che mai, sebbene minacciato da presenze oscure e tenebrose. Per tale ragione, Teodomiro si presenta in Senato e, con l’approvazione dei Quiriti, promulga la Lex Arcana (da cui il nome del gioco), una legge che stabilisce l’istituzione della Cohors Auxiliaria Arcana, un corpo specializzato in missioni al di qua e al di là del confine, per indagare, scovare ed eventualmente distruggere qualunque forma di attività magica non permessa o potenzialmente pericolosa non solo per la vita del prossimo, ma anche e soprattutto per l’autonomia e la solidità dell’Impero Romano.

Lex Arcana - Uno sguardo alla nuova edizione del mitico Gioco di Ruolo italiano | Nerdevil

In Lex Arcana i giocatori, armati di carta e penna, impersonano dei Custodes, gli agenti super scelti dell’Impero Romano in missione per conto di sua maestà l’Imperatore Teodomiro per scoprire chi o cosa minaccia la stabilità del potere di Roma: il giocatore può scegliere se essere un augure (specializzato nelle arti magiche e divinatorie), un diplomatico (un carismatico dall’abile parlantina), un esploratore (un abile cacciatore ed esperto di tutto ciò che riguarda la natura), un guerriero (un combattente dedito alle tecniche marziali) o un sapiente (un dotto di scienze, arti e tecnica). Una volta scelto il personaggio, dadi alla mano, i Custodes dovranno avventurarsi per tutti gli angoli dell’Impero (e, se necessario, anche oltre!) per scoprire, indagare, decifrare, capire e combattere guidati dal Demiurgo, il master narratore e moderatore dell’avventura.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Il gioco, che mescola al suo interno archeologia, storia, mitologia, letteratura e leggenda, fu pubblicato nel 1993 dalla Del Negro (la stessa casa produttrice delle omonime carte da gioco) e fu scritto e concepito da un gruppo di ragazzi italiani. Lex Arcana dunque non solo è uno dei pochi giochi di ruolo nostrani, ma un tempo era addirittura vendibile nelle tabaccherie. Venticinque anni dopo, nel 2018, la Quality Games ne annuncia il remake, o forse è meglio dire la seconda edizione, del gioco. Il rilancio di Lex Arcana è stato realizzato da un team formato dai più illustri autori italiani di giochi: Dario De ToffoliLeo ColoviniMarco Maggi e Francesco Nepitello, sotto la sapiente guida di Andrea Angiolino, autore e direttore creativo dell’edizione classica, tornato alla carica anche in questa nuova operazione editoriale insieme a Mauro Longo e Francesca Garello. La nuova edizione è stata finanziata tramite una campagna su Kickstarter (nota piattaforma di campagne di raccolta fondi), lanciata il 18 settembre 2018, che si è conclusa raccogliendo 155.679 € da 1642 sostenitori. Assieme al manuale base, la seconda edizione è stata accompagnata da altri tre volumi: Aegyptus – Le sabbie del tempo e dell’oro (un’espansione che permette ai giocatori di potersi avventurare nella provincia romana dell’Egitto), Encyclopaedia Arcana (un manuale in cui viene spiegata la storia, la società, la cultura e le usanze della Roma ucronica dell’universo di Lex Arcana) e I Misteri dell’Impero (un prontuario di avventure preconfezionate).

Il 19 gennaio, tramite un post su Facebook, viene annunciata una seconda espansione di Lex Arcana, contenente due nuovi manuali: il primo permetterà ai giocatori di poter esplorare le due selvagge province della Dacia e della Tracia, mentre il secondo raccoglie i misteri e gli arcani segreti dell’Italia, terra in cui albergano minacce, tradizioni e creature più antiche della stessa città di Roma. Anche stavolta il progetto è stato finanziato tramite una campagna di Kickstarter, che ha raccolto, dal 16 febbraio al 3 marzo, ben 86.785 € per un totale di 924 donatori. Dacia e Thracia – Tempesta ai confini dell’Impero, scritto e ideato da Mauro Longo, è un manuale che illustra due tra le province più oscure e pericolose del limes danubiano: la Dacia tenebrosa e selvaggia e la Thracia minacciata giorno e notte da orde barbariche senza fine. Qui, la conquista romana rappresenta una fioca luce proiettata su un mondo di tenebra e tumulti, dei precari finimenti di civilizzazione che aggiogano una belva riottosa, sanguinaria e violenta. Qui, segreti ancestrali, terrori senza nome ed eserciti di predoni che premono al confine sono una cupa realtà quotidiana, che riempie di paura e orrore le popolazioni locali e gli inviati della Capitale. Inoltre, grazie allo sbloccamento di uno degli obiettivi della campagna di raccolta fondi, una delle avventure sarà ambientata anche nella misteriosa regione della Scizia…
Se da una parte Dacia e Tracia costituiscono un’assoluta novità per questo gioco, il modulo sull’Italia costituisce invece un glorioso ritorno alle origini: già nel 1997 la Nexus Editrice aveva pubblicato, per Lex Arcana, un’espansione dal nome “Italia – Terra di antichi sortilegi“. Tuttavia, stando a quanto si può leggere anche sulla community ufficiale di Facebook, i due autori Andrea Angiolino e Francesca Garello hanno assicurato che sebbene molti temi, creature e situazioni di questo manuale sono stati ripescati e riadattati alla seconda edizione del gioco, Italia – Tra occulte trame e antichi sortilegi sarà una versione ampliata ed aggiornata dello storico modulo della prima edizione, per cui i giocatori si dovranno aspettare gustose novità…

Potrebbe essere un'illustrazione raffigurante 1 persona, serpente e testo

Stando alla pagina Kickstarter, la pubblicazione e la spedizione dei manuali ai donatori che hanno sostenuto il progetto è prevista per la fine del 2021. Di seguito le copertine ufficiali dei due manuali “Dacia e Tracia” e “Italia”

Lex Arcana RPG returns to Kickstarter with two new titles « Ares Games

 

Dalle desolate lande della Dacia e della Tracia ai verdi pascoli della fiorente Italia; dai feroci barbari che assediano il confine danubiano alle tenebrose creature retaggio di antichi popoli… da una parte gli spettrali Gelloi e le schiere di non morti comandati dal Sire Pallido, dall’altra il demoniaco Tuchulcha e la mostruosa Scilla: riusciranno i Custodes della Cohors Arcana a sventare le minacce che mettono in pericolo la stabilità dell’Impero Romano?

 

Michele Porcaro

Giornalista, scrittore e archeologo. Nato a Benevento nel 1995, è diplomato al Liceo Classico “Anco Marzio” di Ostia e laureato in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Roma “Sapienza” con tesi in Archeologia. Appassionato di lingua, civiltà, storia e archeologia greca e romana, è autore di saggi e romanzi storici sul mondo antico, e ha girato il documentario "ASSTEAS - Storia del Vaso più bello del mondo" in collaborazione con Vittorio Sgarbi. Nel tempo libero svolge attività di rievocazione storica, collaborando a progetti di ricostruzione archeologica sperimentale sull'ambito religioso, civile e militare dei Greci, Romani ed Etruschi.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button