Pianeta Cultura

Immensamente Frida

Una donna indefinibile, incomprensibile e inspiegabile. Chi è Frida Kalho?

Una vita appassionata trascorsa ad ingannare e distrarre la Pelona, di beffarla, corteggiarla e – a tratti – scendere a patti con lei, per quel bisogno di sollievo definitivo. Una donna di ideali, fede e pittura che crede in una rivoluzione che sarà un pò come i figli che non ha mai avuto; abortiti. Ed è in questo punto che si percepisce tutto il dolore ed il coraggio a restare in vita piuttosto che abbandonarsi alla canaglia perchè la morte può essere crudele, ma solo la vita riesce ad essere così oscena, indegna e umiliante.

E l’amore con Diego Rivera?! Un amore tanto forte ed umiliante per qualsiasi donna, ma Frida lo ha vissuto, rivoluzionando anche se stessa, le convenzioni ed i propri sentimenti, alimentando certo il suo demone, quel demone di cui il padre – poco prima del matrimonio – parlò a Rivera che – semplicemente – rispose: lo so. E forse era questo il segreto del loro amore degno ed umiliante, forte e fragile, semplice e paradossale; conoscevano i rispettivi demoni e si amavano a scanso di ipocrisie e dettami. Una donna che ha imposto la sua decisione alla morte – c’era da aspettarselo – avrebbe imposto anche ai suoi amanti di non farsi portar via da Diego; Lei, con Diego e tutti i loro demoni, era al sicuro come si è al sicuro nell’autenticità.

Una donna appassionata che non ha mai smesso di cercare se stessa e di porsi domande. Una donna costretta – per troppo tempo all’immobilità – che però impara l’arte del sognare e colorare anche le armature che la cingeranno, una donna che. – forse – è imprescindibile da quell’amore malsano…

Una donna segnata da un incidente in cui la pelota canaglia avrebbe dovuto strapparla alla vita ma il suo urlo di dolore, l’aveva spaventata la morte, e la morte aveva continuato a ronzarle intorno lasciandola solo nei momenti in cui era stretta ad un’altra canaglia: Diego! Non è tutto qui; Frida ha deciso anche del momento della sua nascita; per tutta la vita sostenne di esser nata nel 1920, nonostante fosse nata il 6 luglio 1907, voleva a tutti i costi sancire di esser nata durante la rivoluzione, quando a combattere in prima persona c’erano le soldaderas alle quali Frida si ispirava da ragazzina scapestrata quale era.

Frida, con le sue contraddizioni, i suoi dolori, i demoni, il sangue e le delusioni, è stata autentica, lo è stato anche il suo amore per Diego e con Diego. In un mondo fatto di ipocrisia e apparenza, bisognerebbe ricordarsi che le cose autentiche richiedono coraggio e dolore e che l’arte – come la donna – è frutto di questo processo e non s’improvvisa, si partorisce anche se non metti al mondo figli.

Maria Perillo

Maria Perillo è nata a Napoli il 07.12.1983. Graduato dell’Esercito Italiano, blogger, scrittrice e Life Coach. Appassionata di tecniche della comunicazione, attualmente studia presso una scuola di leadership e tecniche di comunicazione

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close