Un uomo è stato fermato dopo aver raccolto ben 43 kg di funghi nel territorio del Parco del Gran Sasso, in località Cavoni. Fermato e denunciato

Un uomo è stato fermato all’interno del Parco Gran Sasso, in località “Cavoni” nel Comune di Cortino, dopo aver raccolto la bellezza di 43 kg di funghi epigei spontanei appartenenti a specie diverse. Peraltro l’uomo (immediatamente denunciato dalle autorità) era persino sprovvisto di regolare, prescritto tesserino regionale di autorizzazione.

Gli uomini del comando, dopo aver seguito appostamenti da diversi punti di osservazione, hanno così potuto constatare che l’uomo raccoglieva piccole quantità di funghi in cassette e buste, per poi occultarle e riempire successivamente altre buste, procedendo in tal modo alla raccolta dell’ingente quantativo di funghi all’interno del bosco, in più punti diversi.

L’episodio è stato poi commentato anche dal presidente del Parco, Tommaso Navarra; queste le sue parole: “Il presidente Navarra ha inoltre dichiarato: “Il prelievo di un così alto quantitativo di funghi, oltre che essere illegale, è profondamente dannoso per il patrimonio ambientale e di biodiversità presente nell’area protetta potendo incidere sulla capacità rigenerativa delle matrici ambientali. Nelle scorse settimane il Parco ha ricevuto varie segnalazioni, immediatamente inoltrate al competente Servizio di Sorveglianza dei Carabinieri, che, ancora una volta ha operato con un a brillante azione di contenimento e di accertamento“.

EMANUELE VALERI