Storie dal Mondo

Donne e Coronavirus: ci salveranno gli estrogeni

In questo clima di psicosi e ossessione, pare ci siano buone notizie quando si parla di corona virus, almeno per la popolazione femminile. Pare in fatti che il virus più chiacchierato dell’ultimo periodo colpisca più uomini che donne. Ma non è tutto qui, queste ultime pare abbiano maggiori possibilità di guarire se dovessero essere infettate.

L’inchiesta è stata condotta dal New York Times, ed il risultato – almeno finora – dimostra che il tasso di mortalità è del 2,8% per i pazienti uomini e dell’1,7 per le donne. Praticamente tra i due sessi c’è un punto di differenza che, in termini statistici, non si può considerare proprio poco.Il coronavirus colpisce più uomini che donne e, pare infatti, che queste ultime abbiano maggiori possibilità di guarire in caso di contagio. Il tasso di mortalità è ritenuto del 2,8% per gli uomini e dell’1,7 per le donne; tra i due sessi  c’è un punto di differenza che, in termini statistici, non è decisamente poco.

All’origine di queste due diverse rispost in caso di contagio, pare ci sia la differente risposta immunitaria alle infezioni. Biologicamente, e in questo caso, pare siano gli uomini il sesso più debole. Le donne, invece, rispondono meglio agli attacchi esterni, fattore dimostrato anche davanti ad epidemie di virus differenti.

Le risposta immunitaria delle donne pare essere più efficace grazie ad una memoria immunitaria più sviluppata data dalla capacità riproduttiva e alla produzione degli ormoni estrogeni. Gli estrogeni altro non sono che un gruppo di ormoni sessuali tipici dell’organismo femminile che vengono prodotti principalmente dall’ovaio in risposta allo stimolo dell’ ormone ipofisario luteinizzante (LH).

Ad avvallare questa tesi, ci sono altri studi condotti su un campione di donne alle quali erano state tolte le ovaie, bloccando così la produzione naturale di estrogeni, e facendo aumentare la tendenza a contrarre virus.

Basteranno gli estrogeni? Chissà. Ritengo – ma è solo il mio modesto e ironico parere – che ad aiutarci ad affrontare questo clima di allarmismo e patologia diffusa, possa venire in nostro aiuto la serotonina, conosciuta anche e comunemente come l’ormone del buon umore. Non che ridere e sorridere tenga lontano i virus – per carità – ma certamente manco tenere musi lunghi lo farà!

 

 

 

Maria Perillo

Maria Perillo è nata a Napoli il 07.12.1983. Graduato dell’Esercito Italiano, blogger, scrittrice e Life Coach. Appassionata di tecniche della comunicazione, attualmente studia presso una scuola di leadership e tecniche di comunicazione

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close