Galassia MediaMicro

“CIAK” A CREMONA: ILLUSTRAZIONI DI CINEMA

Il cinema prende forma non solo attraverso le immagini audiovisive impresse su pellicola, ma anche nei materiali che preannunciano l’uscita di un lungometraggio nelle sale, prime tra tutte le locandine, ed in quelli che scaturiscono dalla fantasia e dall’interpretazione di una determinata opera, come personali illustrazioni di film che hanno fatto la storia della Settima Arte. E allora la Mostra Internazionale di Illustratori Contemporanei, giunta alla sua XII edizione, ha proposto quest’anno il tema “Ciak”, ha chiamato a sé un autore di memorabili manifesti cinematografici, Renato Casaro, ed ha indetto un concorso di illustrazione proprio per rendere omaggio al cinema sfruttando originali punti di vista “illustrati”.

Concorso di illustrazione. Si è conclusa il 29 gennaio scorso la Mostra, aperta al pubblico dal 3 dicembre 2016, volta a focalizzare l’attenzione sulle opere partecipanti alla XII edizione del concorso indetto dall’Associazione Culturale Tapirulan di Cremona. Il cuore culturale della città, precisamente Santa Maria della Pietà, è divenuto teatro per le 48 opere selezionate tra quelle di 650 illustratori provenienti da 45 Paesi, tutte aventi come richiesta quella di realizzare una tavola, di formato quadrato, che rappresentasse un film o una scena in particolare dello stesso, evocando il significato dell’opera o quel profondo sentimento che ha spinto gli autori a scegliere proprio quella determinata pellicola. Tra i lavori di maggior rilievo quello di Agnese Matteini incentrato su Casablanca, dove i profili di Humphrey Bogart e Ingrid Bergman si dipingono di bianco e nero e tutt’intorno rimangono i vivaci colori del set, oppure la tavola raffigurante un’interpretazione singolare di Se mi lasci ti cancello, dove il travagliato rapporto del protagonista con i suoi ricordi è reso visivamente esplicito dal suo autore, Lorenzo Conti.

Per un pugno di colori. Ma la XII edizione della Mostra Internazionale di Illustratori Contemporanei ha visto un ospite d’eccezione: Renato Casaro, 81 anni compiuti, ha presentato la sua personale esposizione di illustrazioni che “rivisita”, per il nome, un celebre western di Sergio Leone, denominata per l’appunto Per un pugno di colori. L’artista, originario di Treviso, è una colonna portante dell’illustrazione cinematografica, avendo firmato oltre mille immagini per locandine di film appartenenti ad ogni genere. Tra i suoi lavori più celebri troviamo i manifesti per le pellicole dirette dal maestro dello spaghetti western Sergio Leone, passando sia per i drammi di Bernardo Bertolucci sia per le commedie del duo Bud Spencer-Terence Hill.

I Vincitori di Ciak. E così si è conclusa un’altra edizione, questa volta a tema “Ciak”, che ha visto trionfare nuovi giovani talenti dell’illustrazione: si è accaparrato il cospicuo premio assegnato dalla giuria, di cui Renato Casaro era presidente, Giulia Pastorino per il suo Mani gigantesche, ispirato a L’arte del sogno di Michel Gondry, mentre è stata premiata dal pubblico l’opera, già citata, di Lorenzo Conti, Eternal sunshine, sempre mostrante una personale visione di un film di Gondry. Bisogna ricordare come, dopo la permanenza a Santa Maria della Pietà, la mostra non chiuda i battenti, ma sarà pronta ad accogliere il suo pubblico negli spazi delle Raccolte Frugone dei Musei di Genova-Nervi.

Tags

Silvia Ricciardi

Laureata con il massimo dei voti in “Arti e Scienze dello Spettacolo: Cinema” presso La Sapienza di Roma con una tesi su “Partner” di Bernardo Bertolucci, collabora con diverse testate cartacee e online, tra le quali il mensile Marie Claire ed il bimestrale Just Cinema. Desiderando approfondire le sue conoscenze in settore cinematografico, ha seguito corsi incentrati su critica, ma anche su sceneggiatura e scrittura creativa, realizzando diversi cortometraggi. Ha collaborato con un ufficio stampa di cinema e libri e ha lavorato anche come segretaria di edizione per diversi film.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close