Ante-LitteramMicro

CHE COLPO!

Sulle reti Mediaset, in seconda serata, è tornato “Colpo Grosso”. Viaggio nel mondo trash della tv, tra vallette procaci, antesignane del porno in vhs, sguardi sexy e pose ammiccanti…ma ha davvero cambiato l’Italia?

Roma- Umberto Smaila era uno dei componenti dei Gatti di Vicolo Miracolo conosciuto per le sue doti umoristiche già a partire dalla fine degli anni 70, quando partecipa spesso con i suoi colleghi in molti sketch che li vedono protagonisti in alcuni programmi dell’allora tv commerciale targata Berlusconi.

I suoi colleghi erano Jerry Calà che in quegli anni ebbe una figlia con la Venier, Franco Oppini – all’epoca marito della Parietti- ed il vero perno e creatore di tutti, Ninì Salerno.

Dopo la perdita di Calà dal gruppo,che scelse di apparire nei telefilm e film non più accompagnato dai suoi colleghi, si decise per il distacco con una nuova vita per tutti loro ed è qui che nasce Smaila presentatore. Verso la fine degli anni’80, Umberto con il suo programma “Colpo Grosso”, in qualche modo cambierà l’Italia: un programma cult della tv, anche se mi verrebbe da dire un programma hot.

Nasce con questi presupposti, sulle stazioni di Italia 7 piccola emittente il programma “Colpo Grosso”, di cui Umbertone avrà le nuove vesti di presentatore in un gioco a dir poco piccante e mai capito in tv, quella tv che odiava il nudo.

Insieme a lui lavora l’ex valletta di Corrado de “Il Pranzo è Servito”, la procace in queste vesti mai notata, Linda Lorenzi. Il programma riscuote grande interesse i concorrenti si denudano per acquisire “euro pieces”, per poi ripuntarli in giochi che se li vedranno vincenti spoglieranno a loro volta le ragazze.

Che strano parlare in euro quando ancora l’euro non era in circolazione e mi appare strano ancor di più nel farvi notare che almeno in quel tempo l’euro, anche se solo presenti nelle nostre fantasie, ci recava piacere averlo per poi poterlo spendere per veder svestirsi di tutto una bella ragazza. Non come ora che con l’euro i nostri politici ci hanno tolto loro tutto, perfino le mutande.

Era davvero fantasia vedere una donna nuda in tv. Stava cambiando tutto: la donna si metteva in gioco. Erano gli anni del partito dell’Amore con Moana Pozzi, Ilona Staller e la compianta (da poco) Barbarella. Io ho avuto l’opportunità di conoscere la signora Virna Bonino in arte Barbarella. Era una donna semplice che regalava il suo sorriso, anche senza doversi spogliare. È morta senza che nessuno sapesse nulla della sua malattia, creando quell’alone di mistero come accadde per la morte della Pozzi. Che almeno lassù, siano sconfitti tutti i pregiudizi.

«Caro allenatore, caro direttore, caro professore, prego, si signore…non ce la faccio più, c’ha presente Colpo Grosso?». Ha cambiato la tv. E non solo…

Michele Belsito

Tags

Michele Belsito

Internauta con la passione dello sport. La sua cultura calcistica spazia dalla serie A ai campionati di promozione. Non perde un match in ambito europeo: segue Bundesliga, Premier League e Liga. Tanti idoli e un solo amore, quello per la sua squadra. Ma guai a svelare il nome... Scrive poesie e si definisce "l'ultimo dei Romantici".

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close