AL VIA DAL 17 MAGGIO LA NUOVA EDIZIONE DEL PIÙ IMPORTANTE FESTIVAL CINEMATOGRAFICO DEL MONDO, TRA PELLICOLE, RICORDI E TANTO GLAMOUR 

Cannes – Da pochissimi giorni è iniziata la settantesima edizione del Festival di Cannes, che vedrà la sua conclusione domenica 28 maggio, con la consueta proclamazione della Palma d’Oro 2017. E quest’anno la manifestazione cinematografica più prestigiosa e glamour del pianeta – il cui poster è dedicato a Claudia Cardinale – dopo aver aperto i battenti con la proiezione dell’ultimo film di Arnaud Despechin, Les fantômes d’Ismaël, ospiterà in gara diverse opere di maestri del cinema mondiale. 

Madrina del Festival l’attrice Monica Bellucci, accompagnata da una giuria d’eccellenza capeggiata dal regista spagnolo Pedro Almodóvar, insieme ad attori e registi di fama internazionale come Jessica Chastain, Park Chan-wook, Will Smith e Paolo Sorrentino. 

Sofia Coppola concorre con il suo L’inganno, mentre François Ozon torna al Festival con L’amant double, a distanza di quasi quattro anni da Jeune et Jolie, interpretato dalla musa Marine Vacth. Todd Haynes, invece, è in concorso con Wonderstruck, lungometraggio per cui è tornato dietro la macchina da presa dirigendo Julianne Moore, già vista in Lontano dal paradiso del 2002. Anche l’Italia, però, spera in un riconoscimento finale. Tra i titoli della sezione ‘Un Certain Regard’ infatti c’è Fortunata di Sergio Castellitto.

Tratto dal racconto inedito della moglie Margaret Mazzantini, il film narra le vicende di una giovane madre, separata, con un sogno. Quello di essere felice, garantendo un futuro a sé stessa e alla figlia grazie all’apertura di un negozio di parrucchiera. A prestare il volto alla donna Jasmine Trinca, ormai habitué del Festival dove esordì quasi vent’anni fa con La stanza del figlio di Nanni Moretti. L’attrice ha oltretutto già collaborato con la coppia Castellitto-Mazzantini: nel 2015 infatti era stata protagonista, assieme a Riccardo Scamarcio, di un altro adattamento cinematografico firmato dalla scrittrice ed intitolato Nessuno si salva da solo

Simona Cappuccio