Gustatio

Cannellino di Frascati della cantina Fontana Candida

Nel 2011, ha avuto la denominazione di origine controllata e garantita. Vino dolce che accompagna le castagnole, tipiche del Carnevale

Il Cannellino di Frascati è un vino bianco della regione Lazio prodotto nei comuni di Frascati, Grottaferrata, Monte Porzio Catone, Montecompatri e in parte del territorio del comune di Roma.
Conosciuto fin dall’epoca romana, questo vino, ha avuto illustri intenditori come Marco Porzio Catone, detto il Censore, Marco Tullio Cicerone, Cleopatra, l’imperatore Tiberio per via della sua dolcezza, in quanto i vini dolci, allora, erano vini pregiati e questo divenne in breve tempo quello più pregiato di tutto l’impero.

Nel Medioevo, in termini di importanza, fu secondo solo al vino di Cipro, fino al 1515, quando Marcantonio Colonna codificò il primo statuto per la produzione e la vendita di questo vino che rimase invariato fino al 1866. Grazie a tutti questi fattori i vini di Frascati o, come venivano chiamati Tuscolani, cominciarono ad essere conosciuti ed apprezzati nel mondo e nel 1949, su iniziativa di 18 produttori, nacque il Consorzio dei vini di Frascati per proteggere e valorizzare i vini prodotti in quelle terre. Nel 2011, il cannellino, ha avuto la denominazione di origine controllata e garantita.

La cantina più famosa di Frascati è la cantina Fontana Candida, sia perché fu la fondatrice del Consorzio sia perché produce ed imbottiglia vini esclusivamente nella zona di Frascati, e questa bottiglia non fa eccezione.

Il vino in questa bottiglia è formato da uve malvasia di Candia e uve malvasia del Lazio per il 70%, per il restante 30% da uve trebbiano giallo, queste uve sono tutte a bacca bianca, vendemmiate tardivamente, la vendemmia, per tradizione parte quando si celebra la festa di San Crispino, il 25 ottobre di ogni anno, e finisce a metà novembre.
Questa tecnica di raccolta fa sì che le uve maturino sulla pianta concentrando il livello zuccherino nei chicchi rendendoli più gustosi e dolci.
La bottiglia è una classica bordolese, di colore giallo paglierino intenso, al naso si presenta con profumi di ananas, fiori di arancio e albicocca, al palato è dolce, morbido ed equilibrato, piacevole.
Gli abbinamenti ideali sono quelli con la pasticceria secca e con i formaggi di media stagionatura.
Nella tradizione gastronomica romana, il Cannellino di Frascati, viene abbinato alle ciambelline al vino, ci si fa la cosiddetta “zuppetta” tanto cara ai romani, al pecorino romano ed ai dolci di Carnevale, in particolare alle castagnole.

Stefano Campidelli

Dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, sviluppa il suo interesse per il mondo dell'editoria on-line. Divora riviste, giornali e tutto ciò che è attualità, inchiesta e approfondimento. Ama il collezionismo e i libri di genere storico o fantasy, come viaggiare su due binari paralleli. E' appassionato e cultore di vini e della buona gastronomia. Oltre che delle vere tradizioni popolari. Romane, soprattutto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button