Dossier

CAMION TRA LA FOLLA A STOCCOLMA

Capitale svedese colpita dall’ennesimo attacco terroristico. Non c’è pace in Europa dopo Nizza e Berlino

Cambia il posto ma non la dinamica; questa volta ad essere sotto bersaglio è Stoccolma dove nel pomeriggio un autocarro della birra, appena rubato all’autista che stava rifornendo un negozio, inizia a falciare i passanti nella via più famosa della capitale, la “via della regina”. Il camion, dopo aver travolto le vittime inconsapevoli, finisce la sua corsa sfondando le vetrine di un grande magazzino. L’impatto provoca un incendio e un denso fumo nero che ha permesso al killer di dileguarsi.

Scene da panico, feriti e molto sangue. Subito è stata evacuata la stazione centrale, fermati i treni regionali e i convogli della metropolitana.

Si inizia subito a cercare il colpevole e a ricostruire quanto accaduto. Arriva la conferma del furto del camion che durante una consegna al ristorante Caliente è stato sottratto all’autista che ha cercato di fermare il ladro saltando sul cofano del mezzo ma senza risultato. Questo spiega come potesse il camion avere il permesso di transitare nel cuore dell’area pedonale.

 I morti sono 4, i feriti 15 di cui 9 molti gravi. Il governo svedese ha subito confermato che si è trattato di un attacco terroristico, confermato anche dal primo uomo arrestato che ha confessato. L’esecutore materiale della follia è ancora in fuga. Continua la ricerca da parte delle forze dell’ordine che hanno rafforzato le misure di sicurezza.

In merito alla questione è intervenuto il premier Stefan Lofven rivolgendosi ai terroristi “sappiamo che i nostri nemici sono questi atroci assassini e non noi stessi gli uni con gli altri. Il nostro messaggio sarà sempre chiaronon ci sconfiggerete, non governerete le nostre vite, non vincerete mai”.

Francesca Interlandi

Tags

Francesca Interlandi

Ha iniziato con KIM la sua carriera giornalistica. Un amore nato da piccola, dalla passione per la scrittura che le permetteva di esprimere quello che a parole non riusciva a comunicare. 24 anni, è laureata in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha collaborato come stagista in una redazione giornalistica, scrivendo di eventi, cinema e cucina; ma ciò che la affascina davvero sono le storie di fatti reali, meglio se poco conosciuti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close