Invitati a partecipare alla presentazione di un’interessante proposta artistica del giovane, ma già notevole, marchio di gioielleria Saracino Roma, noi del Kim-International Magazine abbiamo avuto modo di conoscere da vicino quello che, a tutti gli effetti, può essere definito come un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale dell’orologeria e della gioielleria.

Una passeggiata nella storia, nella raffinatezza e nella bellezza, così potrebbe essere descritto il particolare pomeriggio che abbiamo avuto il piacere  di passare insieme alla famiglia Bedetti nel suo tanto famoso quanto antico negozio che, da generazioni, gestisce con passione e dedizione. Difatti, nato nel 1882 da un’idea di Antonio Bedetti (che, tra le altre cose, partecipò alla realizzazione dell’orologio ad acqua del Pincio) e del Cavalier Antonio Bandiera, questa attività si può dire che rappresenti in maniera encomiabile l’intuito e l’intraprendenza degli imprenditori italiani. Intuito ed intraprendenza che oggi si possono ritrovare in Marcello e Stefano i quali, dimostrando una certa dose di coraggio, hanno accolto la sfida di portare avanti la storica attività.

TRA RESPONSABILITÀ E CORAGGIO 

Coraggio, sì, perché immerso nella millenaria bellezza di Roma, in Piazza San Silvestro, il negozio Bedetti porta sulle sue spalle una grande responsabilità, quella di dover riuscire a conciliare la storia e l’eleganza della Città eterna con la capacità imprenditoriale richiesta dal mercato dell’orologeria e della gioielleria. Un’impresa non da poco se si pensa anche solo per un attimo alla competitività caratterizzante tale settore. Con la sua ottima reputazione, Bedetti riesce in effetti ad attirare clienti da tutto il mondo, mantenendo alta la bandiera della professionalità e dell’eccellenza italiana.

FIDUCIA NEL FUTURO

Insomma, un’attività che fa bene a Roma, all’Italia e, di certo, a molti giovani intraprendenti. Ne è un esempio l’evento già citato al quale siamo stati invitati. L’aver offerto ad un giovane marchio la possibilità di esprimersi in una realtà come è quella di un così noto negozio, è certamente un modo onorevole di far spazio a nuove proposte che, al di là del successo che una simile iniziativa potrà avere (ovviamente augurando il meglio alla Saracino-Roma), regala una boccata di ottimismo a chi intende cimentarsi in difficili imprese come, ad esempio, il buttarsi in un mercato così particolare e complesso.

Federico Molfese