Dossier

AUMENTA LA TENSIONE TRA BARCELLONA E MADRID

Il referendum d’indipendenza scatena un duello ad armi pari; chi delle due avrà la meglio?

20 settembre, la Guardia Civil ha fatto irruzione in vari uffici del governo catalano e ha arrestato 14 funzionari, fra le quali Josep Maria Jové, segretario generale per l’economia della Generalitat de Cataluña, braccio destro del vicepresidente catalano Oriol Junqueras.

Si fa sempre più duro lo scontro tra le istituzioni di Barcellona e Madrid riguardo il referendum d’indipendenza del 1 ottobre.

Il referendum è stato dichiarato “illegale” dal governo di Madrid e al di fuori del quadro costituzionale dalla suprema Corte spagnola.

Il presidente catalano Carles Puigdemont ha accusato la Spagna di avere “violato lo stato di diritto e attuato uno stato di eccezione” e ha confermato la convocazione del referendum del primo ottobre, nonostante la dura offensiva di Madrid. D’altro canto il premier spagnolo Mariano Rajoy ha invitato il premier catalano a rinunciare all’impresa affinché si possano evitare danni maggiori.

Ieri notte, tra le oltre 40 perquisizioni attuate, la polizia spagnola ha inoltre sequestrato 10 mila schede per la votazione e molto materiale elettorale.

La sindaca di Barcellona, Ada Colau, ha definito “uno scandalo democratico che si perquisiscano le istituzioni e si arrestino cariche pubbliche per motivi politici” e ha aggiunto che “difendiamo le istituzioni catalane”. Si aggiungo al grido della sindaca manifestazioni e sit – in in diverse zone di Barcellona che inneggiano lo slogan “voteremo”.

Uno scontro all’ultimo sangue che durerà fino alla vigilia del referendum dove vedremo che delle due avrà la meglio.

Francesca Interlandi

Francesca Interlandi

Ha iniziato con KIM la sua carriera giornalistica. Un amore nato da piccola, dalla passione per la scrittura che le permetteva di esprimere quello che a parole non riusciva a comunicare. 24 anni, è laureata in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha collaborato come stagista in una redazione giornalistica, scrivendo di eventi, cinema e cucina; ma ciò che la affascina davvero sono le storie di fatti reali, meglio se poco conosciuti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button