MicroPianeta Cultura

AUGURI UOMO PIPISTRELLO

Il 21 settembre 1939 esce, sulla rivista Detective Comics, uno dei personaggi che rivoluzionerà il mondo dei fumetti, della televisione e del cinema mondiale.

Dopo aver rapinato un’anziana donna, un’ombra compare sul malvivente, che impaurito, dice “Chi sei tu?”.

L’ombra, a forma di pipistrello, dice “Io sono la vendetta, io sono la notte, io sono BATMAN!!”.

Ideato da Bob Kane e Bill Finger, per diversificare l’offerta del fumetto supereroico americano dopo il successo di Superman, con il passare del tempo si è imposto come il secondo personaggio più importante della storia dei super eroi a fumetti dopo Superman e prima dell’Uomo Ragno. secondo il sito IGN.com.

Batman è l’identità segreta di Bruce Thomas Patrick Wayne, un ricchissimo uomo d’affari, presidente e fondatore della Wayne Enterprises, che dopo aver assistito da bambino all’assassinio dei suoi genitori da parte di un ladro, giura di combattere il crimine a modo proprio per rendere la città di Gotham City più sicura.

Bruce cresce affidato alle amorevoli cure del suo maggiordomo, Alfred Pennyworth, intraprende un viaggio intorno al mondo per imparare i segreti delle arti marziali e dell’investigazione.

Tornato a Gotham City, viene attaccato da un pipistrello entrato dalla finestra e da qui prende l’idea di combattere il crimine travestito da uomo pipistrello, perché i criminali sono superstiziosi ed hanno paura delle tenebre.

Inizialmente Batman viene dipinto come un personaggio violento e  senza scrupoli, questo profilo però, non lo rende adatto ad un vasto pubblico.

Tutto questo viene parzialmente risolto con l’avvento di Robin, il ragazzo meraviglia.

Robin è il giovane assistente di Batman, che diventerà il primo eroe ad avere un assistente fisso, formando la così detta “Dinamica Coppia”.è l’identità segreta di Dick Grayson, che, anche lui rimasto orfano decide di seguire Bruce nella battaglia contro il crimine.

La svolta del personaggio di Batman si ha nel 1985, con la venuta del fumettista Frank Miller in seno alla DC Comics, che crea l’epopea del Cavaliere Oscuro e del Ritorno del Cavaliere Oscuro.

In queste serie Batman e Robin agiscono in un contesto urbano ed in un clima più violento e si introducono nuovi personaggi nel bat-verso sia buoni che cattivi.

Inizia anche la trasposizione cinematografica e televisiva, con delle serie animate, del personaggio le quali sono affiancate da una campagna di merchandising senza pari nella storia.

Molti attori di fama mondiale hanno interpretato ruoli nei film della serie Batman, ricordiamo Jack Nicholson e Heath Ledger, come Joker, Jim Carrey, nel ruolo dell’Enigmista, Anna Hataway e Michelle Pfeiffer, nel ruolo di Catwoman, Danny DeVito, in quello del Pinguino e molti altri come Nicole Kidman, Kim Basinger, Uma Thurmann, quest’ultima nel ruolo di Poyson Ivy.

Per festeggiare gli ottanta anni di Batman, in undici città del mondo, compresa Roma, si è acceso il Bat-segnale, il segnale luminoso con cui il Commissario Gordon chiamava Batman, su edifici di carattere storico e artistico.

Ann Sarnoff, CEO di Warner Bros, casa cinematografica produttrice dei film e delle serie televisive animate di Batman, ha parlato di questo evento come un segnale di fratellanza tra le nazioni, promettendo che l’epopea dell’uomo pipistrello continuerà sotto la Warner Bros.

Molti spiegano il successo del personaggio di Batman sia per la campagna mediatica a cui è stato sottoposto, sia per l’evoluzione che il personaggio ha avuto nel corso del tempo, sia perché:

BATMAN non è un eroe, è un guardiano silenzioso che vigila su Gotham. Un Cavaliere Oscuro”

Commissario James Gordon.

Stefano Campidelli

Tags

Stefano Campidelli

Dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, sviluppa il suo interesse per il mondo dell'editoria on-line. Divora riviste, giornali e tutto ciò che è attualità, inchiesta e approfondimento. Ama il collezionismo e i libri di genere storico o fantasy, come viaggiare su due binari paralleli. E' appassionato e cultore di vini e della buona gastronomia. Oltre che delle vere tradizioni popolari. Romane, soprattutto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close