Giovedì 24/5 ore 17.30 Via Ostiense 1551, un momento storico,per il Territorio:nell’ambito della ‘Settimana Nicolaiana’ il Convegno che riunisce i Cristiani Cattolici,Ortodossi e Protestanti sul Tema della Santissima Trinità:in Cristo Risorto siamo tralci della stessa Vite.

APRE AL TERRITORIO LA CHIESA ORTODOSSA OSTIENSE

Moderato dal Giornalista Rai Gianni Maritati l’incontro inizierà con una Preghiera insieme sulla tomba comune dei 60 corpi rinvenuti casualmente nello scavo per la costruzione della nuova chiesa vicino al ‘mosaico della vite’ e al simbolo cristiano del pesce/ichthys  

Un giorno storico per il Territorio Ostiense e per Roma; apre la sua porta , per la prima volta alla presenza delle Istituzioni locali, la Chiesa Ortodossa Ostiense romena ‘INGRESSO DEL SIGNORE A GERUSALEMME’. L’evento sarà GIOVEDI’ 24 Maggio dalle ore 17.30 nell’ambito della Settimana della Via Nicolaiana e permetterà l’incontro e il dialogo sul Tema del Convegno su LA SANTISSIMA TRINITA’ , argomento affrontato alla luce della Storia , della ‘Patristica’ , con gli spunti suggeriti dalle esperienze, dagli scritti di Sant’Agostino e dalla vita di San Nicola di Myra. Al termine della giornata la Comunità di Famiglie Ortodosse offrirà ai convenuti un rinfresco con piatti tipici della cultura dei Paesi ortodossi.

 

Sulla Santissima Trinità, Cammino di Unità , si alterneranno nel relazionare diversi tra Sacerdoti, Pastori e Professori moderati dal Giornalista RAI GIANNI Maritati e verranno trasmessi i saluti del Rettore della Basilica Pontificia di San Nicola di Bari del nostro amato Vescovo a. di Roma Sud e Ostia mons. PAOLO Lojudice. Di seguito, al saluto di PADRE GHEORGHE MILITARU, , faranno seguito gli interventi del Prefetto di Ostia don SALVATORE Tanzillo e del Parroco di San Nicola di Bari don ROBERTO Visier, il Pastore l’Apostolo MARIO Basile del Centro Arca (IPL), Padre AGOSTINO Ugbomah Parroco della Basilica di Sant’Aurea , l’introduzione del Prof. GUIDO Antiochia e la relazione del Direttore del Certamen Augustinianum Prof. VINCENZO Ceci e infine del Responsabile della Via Nicoliana Dott.ssa MONIA Franceschini.   

 

 

Ma l’evento , oltre che un simposio intellettuale e culturale ad alto livello ,  è soprattutto un “agapé fraterna” , un momento importante per entrare in comunicazione, in comunione, con una bella Comunità di Famiglie di Fede Ortodossa che da decenni ormai si sono riunite sul Territorio Ostiense con le loro storie, le loro tradizioni culturali; sono partiti da una cappellina all’Idroscalo di Ostia, per poi giungere in Ostia Levante appoggiati da mons. Plinio Poncina. Infine hanno acquistato un campo per la loro Chiesa ‘madre’ e lì quasi un ‘miracolo’: al momento degli scavi perlustrativi per l’inizio dei lavori ecco emergono dei resti di costruzioni romane. Insieme a queste circa 60 corpi risalenti ai primi secoli dopo Cristo e nei pressi lo splendido MOSAICO DI UNA VITE e accanto ad alcuni il simbolo dei primi Cristiani : il pesce/ichthys , simbolo di Cristo e della Resurrezione.

Sarà parte del Convegno una breve esposizione fotografica di questi ritrovamenti che lasciano senza fiato dall’emozione.

Un segno che ha profondamente colpito non solo questa Comunità ma chiunque segue questa gente da anni nel loro percorso di incontro con le comunità cattoliche, cristiane e cittadine, di dialogo con il territorio, di integrazione e inserimento nel tessuto cittadino.

Un segno che ci spinge a pensare, a credere che la ricerca dell’Unità dei Cristiani , del ritorno alle Radici non sia solo il desiderio degli Uomini sulla via della fede in Gesù, ma la profonda volontà del Signore, Re della Storia, che ci muove nel soffio del Suo Spirito verso un orizzonte comune per il quale ci accompagna. Perché in Cristo siamo tralci della stessa Vite.

Allora ha senso iniziare questa giornata del 24 Maggio alle 17.30 con una PREGHIERA di ringraziamento anzitutto, tutti i Cristiani con i Sacerdoti e i Pastori che guideranno. Una lode davanti al giaciglio di questi corpi che attendono la resurrezione, testimoni inconsapevoli di una fine, di una morte che così non è, ma che oggi è davvero un nuovo inizio sul Territorio di Ostia e in Roma.

Alla preghiera seguirà la posa di una “corona floreale” da parte della Presidente del Municipio X GIULIANA DI PILLO che ha voluto sottolineare come grazie a questi percorsi religiosi, spirituali, a queste Famiglie di Credenti e al loro dialogo dovuto alle diverse culture che rappresentano Ostia ha l’opportunità di comprendere profondamente quanto sia importante essere COMUNITA’. La Bellezza di Ostia infatti può ripartire proprio da questo insegnamento, come poter insieme anche se con diversi modi di pensare e di essere edificare una cittadina che è un Bene Comune.

Allora in conclusione vi diamo appuntamento per essere partecipi di una giornata storica perché è possibile edificare una Città dal Cuore degli Uomini , una Città di Dio e anche tu sei chiamato a dare una mano. Dio non ha mani ma può servirsi delle nostre. Non mancare e informa i tuoi amici di questo splendido evento.

Grazie dell’attenzione.