Gustatio

AGLIANICO

Il BAROLO del Sud Italia

Roma-

L’Aglianico è un vino rosso della regione italiana della Campania ed è derivato dall’omonimo vitigno a bacca nera.

E’ un vitigno molto antico, portato dai coloni greci nell’Italia meridionale attorno al VI secolo a.c.

Il vino ha molti sinonimi, tra cui ellenico, aglianica, uva di Castellaneta ed altri che variano a seconda della zona di produzione.

Allevato, principalmente, nelle regioni Campania, Basilicata e Puglia dove esprime appieno il suo potenziale, negli ultimi anni è stato introdotto anche in California ed in Australia.

Le due sotto-varietà più celebri sono l’Aglianico del Taburno, allevato in Campania presso il Monte Taburno e l’Aglianico del Volture, prodotto in Basilicata presso il Monte Volture, inoltre è il vitigno principale con cui si produce il vino Taurasi.

E’ un vitigno che predilige i terreni vulcanici, ricchi di argilla e calcare, ma si adatta benissimo anche ad altri tipi di terreno, adora i climi soleggiati ma mal sopporta la siccità e le malattie di origine fungicida della vite.

Il grappolo è compatto e di dimensioni medie, mentre l’acino è di piccole dimensioni.

La bottiglia presa in esame è quella che si avvicina di più alle caratteristiche del vitigno originario.

Aglianico è un vitigno complesso, di forte personalità a tratti spigoloso con tannini molto pronunciati, è necessario affinarlo in botte o in barrique.

Il colore è rosso rubino con riflessi violacei.

Il profumo è intenso e ricorda i frutti rossi, con accenni alla ciliegia.

Al gusto si presenta asciutto, tannico con una struttura davvero sorprendente.

Di questa gloria enologica nutro profondo rispetto, anche se preferisco berlo invecchiato anziché giovane.

E’ un bel regalo per le festività pasquali, bevendolo con il classico agnello pasquale.

 

Stefano Campidelli

 

Tags

Stefano Campidelli

Dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, sviluppa il suo interesse per il mondo dell'editoria on-line. Divora riviste, giornali e tutto ciò che è attualità, inchiesta e approfondimento. Ama il collezionismo e i libri di genere storico o fantasy, come viaggiare su due binari paralleli. E' appassionato e cultore di vini e della buona gastronomia. Oltre che delle vere tradizioni popolari. Romane, soprattutto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close