Forte offensiva dei talebani  nella città di Ghazni. Il capo di  stato maggiore dell’esercito afgano Sharif Yaftali, ha dichiarato che è in corso un’operazione di bonifica su vasta scala per eliminare i militanti che si nascondono nelle case dei civili. Gruppi di combattenti talebani pesantemente armati hanno preso d’assalto la città durante la notte di venerdì, dando fuoco a una serie di posti di blocco dopo forti scontri con le forze governative. Situata a circa 150 chilometri dalla capitale Kabul, la città di Ghazni si trova sull’autostrada principale che la collega con le province meridionali e occidentali del paese. Il generale Sharif Yaftali, durante una conferenza stampa a Kabul, ha confermato che il controllo di alcuni avamposti del governo, compreso il comando provinciale per la sicurezza, è caduto nelle mani dei talebani. Il capo dell’esercito ha affermato  che le forze di sicurezza stanno conducendo operazioni di bonifica su vasta scala per eliminare i militanti dalla città, anche se la situazione è molto più complessa di quanto ci si poteva auspicare. Sharif Yaftali, ha riconosciuto che le forze militari afgane  stanno affrontando ostacoli durante le operazioni mentre le forze talebane hanno preso posizioni all’interno di case, negozi e altre aree civili. Naseer Ahmad, un membro dell’assemblea provinciale, ha affermato che i combattimenti sono ripresi questa mattina dopo una breve tregua. Nei due giorni prima della sospensione delle ostilità, in seguito ad  assalti coordinati nella città da parte dei talebani,  sono stati dati alle fiamme una stazione di polizia e un ufficio di un canale televisivo privato locale nella città di domenica. Salam Afghanistan, un emittente locale, ha riferito che molti corpi senza vita sono sparsi tra le strade della città e che vi è un continuo via vai di ambulanze con feriti trasportati in ospedale.. La maggior parte delle torri di telecomunicazione della città sono state fatte saltare rendendo difficile ogni forma di comunicazione. Nel frattempo, Zabihullah Mujahed, il portavoce dei talebani, ha affermato in una serie di tweet che i quartieri di Zana Khan, Nawa, Jaghatu, Rasheedan e Khogyano che circondano la città di Ghazni sono sotto il controllo talebano, ed un numero imprecisato di militari dell’esercito afgano sono stati uccisi  e sequestrate le loro armi.