Dossier

ADDIO DE ROSSI: NUOVO STRISCIONE A OSTIA

Un nuovo striscione contro Pallotta è comparso sopra la Stazione Lido Centro a Ostia in favore di Daniele De Rossi, a pochi giorni dal suo addio alla Roma nella partita contro il Parma.

 

Roma – Questa mattina, giovedì 23 maggio, un nuovo striscione dei tifosi della Roma è spuntato nella Capitale, a Ostia dove è nato Daniele De Rossi, contro Pallotta e la società giallorossa per l’addio di Capitan Futuro, annunciato il 14 maggio e confermato con una conferenza stampa molto discussa da stampa e tifosi.

Non è il primo striscione che appare contro la società e le sue scelte, complice una stagione sportiva deludente ma ancora aggrappata alla speranza, fragilissima, di Champions League. Di segnali come questi se ne contano ormai a decine, da Roma a New York, da Ostia al Marocco, a sottolineare l’amore della piazza per De Rossi, bandiera in campo e fuori, tradito dalla proprietà americana secondo i tifosi. Ci saranno risposte da Pallotta e dai dirigenti dall’azienda ASRoma?

Un omaggio al simbolo della squadra era stato già scoperto nella giornata del 9 maggio nella sua città natale, Ostia: un murales sul muro all’angolo tra via delle Baleniere e via delle Aleutine. Un anonimo artista di strada aveva disegnato la sagoma di DDR, con la maglia di questa stagione e fascia di capitano, a testa alta, grintoso come sempre per la prossima battaglia che troverà sulla sua strada. Sotto la scritta riportava: “Vanto di Ostia, simbolo di Roma”. Un messaggio forte che precedeva Roma-Juventus. Misteriosamente, il disegno poche ore dopo era stato cancellato, per errore. Un 92enne del condominio della parete effigiata aveva ritenuto che il dipinto fosse opera di Casapound. L’anonimo artista, compreso il malinteso era subito tornato sul posto per ripristinare la sagoma che tutt’oggi è apprezzabile a Ostia.

 

 

 

Gli striscioni precedenti

Parole dure, insulti, frasi che trasmettono dolore per un tradimento che fa male a qualsiasi tifoso romanista. Gli striscioni esposti nelle ultime due settimane confermano e aggravano il complicato rapporto tra la tifoseria romanista e la proprietà.

“Figli di Roma, capitani e bandiere. Ecco il rispetto e l’amore che questa società non potrà mai avere”, recitava uno degli striscioni appesi dalla parte più calda del tifo giallorosso. A campo Testaccio, quartiere storicamente di verace fede romanista il messaggio era eloquente: “Pallotta maiale, DDR per sempre nel cuore della gente”. Nei pressi dell’abitazione di De Rossi era comparsa la scritta “DDR vanto nostro”, mentre sotto la sede del club molti striscioni erano stati posti nella notte dell’annuncio dell’addio del centrocampista. La contestazione poi si era spostata nel pomeriggio seguente a Trigoria, fuori dal centro sportivo con la scritta: “As Azienda oggi chiariamo sta faccenda!”, con evidente riferimento al termine utilizzato più volte dall’ad Fienga durante la conferenza stampa per riferirsi alla Roma. Chiarissimi anche i messaggi comparsi su altri striscioni: “Fatelo firmà” e “Noi l’AS Roma voi azienda…funebre”, quest’ultimo apparso a Londra e diretto contro Baldini, presunto uomo chiave nel caso dell’addio di De Rossi. E ancora striscioni e contestazione in giro per il mondo: “La As Roma non è un gioco: l’amore resta, la pazienza è finita. NYC”, a New York e Sydney. Sempre negli Stati Uniti lo striscione più duro: “Pallotta fucking pupazzo ce semo rotti er ca…! NYC”. A Rabat, capitale del Marocco, l’ultimo striscione ieri mattina, prima di quello di oggi a Ostia: “Pallotta go home”. La contestazione contro Pallotta continuerà a lungo? Questi striscioni porteranno la dirigenza a tornare sui suoi passi?

Emanuele Forlivesi

Tags

Emanuele Forlivesi

Dottore in Lettere a Roma Tre e laureato magistrale con Lode in Scienze dell'Informazione, della Comunicazione e dell'Editoria a Tor Vergata, prosegue le sue passioni cercando sempre nuove esperienze e orizzonti. Pianista, batterista, sportivo e creativo, ha trovato in Kim una seconda avventura giornalistica che possa permettergli di offrire ai lettori il racconto e le riflessioni più utili e profonde per conoscere ed essere critici verso la realtà circostante. Con curiosità vive il nostro tempo, seguendone i più interessanti ritmi, dalla politica all'arte.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close