Storie dal Mondo

Giovane volontaria italiana rapita in Kenya

La ragazza si è laureata a febbraio ed è partita per l’Africa. Lavora in una palestra milanese. La famiglia: “Aspettiamo notizie dalla Farnesina”.

Un collega: “Era alla sua seconda esperienza in Kenya, una ragazza appassionata e bravissima”Si chiama Silvia Romano, ha 23 anni ed è milanese la volontaria italiana della Ong Africa Milele rapita in Kenia ieri sera da una banda di cui ancora non si sa molto. Il rapimento sarebbe avvenuto nella contea di Kilifi.Prima insegnava nella palestra Pro Patria 1883 di Milano, dove raccontano di lei: “Quando era a Milano, insegnava ginnastica artistica alle ragazzine qui da noi. Una persona tranquilla e disponibile”. Silvia si è laureata a febbraio e subito dopo la triennale ha deciso di misurarsi con il mondo del lavoro e della cooperazione internazionale: “Era il suo grande sogno” racconta la tutor dell’Università Ciels di Milano, Federica Stizza. La Ciel è un piccolo polo universitario specializzato nella mediazione linguistica con la sede principale a Padova e una distaccata a Milano. Qui i 150 studenti vengono seguiti uno per uno: “Il rapporto che Silvia sapeva creare con i docenti e con i colleghi era molto bello”. La tutor spiega: “Ha scelto come corso di laurea la mediazione linguistica ad indirizzo criminologico” e aveva a cuore il tema della “sicurezza e della difesa sociale”.

La ragazza si trovava in Kenia per partecipare a progetti di cooperazione internazionale. Ad agosto, come racconta sulla sua pagina Facebook, era in un orfanotrofio a Likoni con una onlus, la Orphan’s dreams, poi era tornata in Italia e, da poco, era ripartita con un’altra organizzazione e lì era fino a ieri sera, quando è stata sequestrata in un attacco in cui cinque persone sono rimaste ferite.

Quattordici persone sono state arrestate  per il rapimento di Silvia Romano, volontaria italiana di 23 anni rapita in Kenya.

Non farebbero parte del commando di otto persone che ha prelevato la giovane dopo aver ferito a colpi di arma da fuoco diverse persone tra cui tre bambini nel villaggio di Chakama ma potrebbero avere avuto contatti con il gruppo di sequestratori o addirittura esserne complici. Sono in corso gli interrogatori per risalire agli autori del rapimento e al possibile nascondiglio. La notizia arriva dal quotidiano “Daily Nation”, che cita le fonti della polizia keniota secondo cui gli arresti sono avvenuti durante un’operazione notturna condotta nelle aree di Chakama e Galana-Kulalu.

Il comandante della polizia costiera locale, Noah Mwivanda, ha da parte sua confermato che ci sono stati degli arresti senza tuttavia precisarne il numero, e ha aggiunto che gli agenti di sicurezza hanno esteso l’operazione alle contee di Tana River e Taita Taveta.  La polizia sta inoltre ricercando Said Abdi Adan, un residente del posto che secondo diversi testimoni oculari sarebbe fuggito dalla zona pochi giorni prima del rapimento che, secondo quanto riferito dai media locali, sarebbe stato condotto da almeno cinque uomini armati, presumibilmente di origine somala, che hanno attaccato la casa per bambini in cui la cooperante lavorava, chiedendo denaro e ferendo gravemente cinque persone, fra le quali un ragazzo di 12 anni.

La famiglia della ragazza, che abita in un quartiere residenziale nella zona Est di Milano, si attiene alle indicazioni di prudenza  suggerite dalla Farnesina. “Al momento non abbiamo nulla da dichiarare – dice la madre – siamo anche noi in attesa di conoscere gli sviluppi della vicenda”. A febbraio Silvia Romano si è laureata a Milano in una scuola per mediatori linguistici per la sicurezza e la difesa sociale con una tesi sulla tratta di esseri umani, dopo il diploma all’istituto tecnico per le attività sociali ‘Giulio Nattà e lavora in una palestra milanese, la Zero gravity. Un collega della palestra racconta: “Una ragazza appassionata, bravissima. Era già alla sua seconda esperienza di volontariato in Kenya. Era tornata in Italia qualche settimana fa, poi era partita nuovamente per l’Africa”.

 

Maria Perillo

Maria Perillo è nata a Napoli il 07.12.1983. Graduato dell’Esercito Italiano, blogger, scrittrice e Life Coach. Appassionata di tecniche della comunicazione, attualmente studia presso una scuola di leadership e tecniche di comunicazione

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button